Scheda Progetto

Soggetto Responsabile
Mani Tese Ong Onlus

Localizzazione degli interventi
Milano (MI) – Lombardia; Sansepolcro (AR) – Toscana; San Giustino (PG) – Umbria; Città di Castello (PG) – Umbria; Capoterra (CA) – Sardegna; Elmas (CA) – Sardegna; Bari (BA) – Puglia; Milano (MI) – Lombardia

Importo deliberato
1.180.000 euro

Partenariato
Fondazione Hallgarten Franchetti Centro Studi Villa Montesca, Scuola Secondaria di 1° grado ad Indirizzo Musicale ‘Costantino Nivola’, Istituto Comprensivo Riccardo Massa, Università  degli Studi di Milano-Bicocca, Comune di Elmas, MANI TESE ONG ONLUS, Comune di Sansepolcro, Guardavanti: per il futuro dei bambini ONLUS, ISTITUTO COMPRENSIVO MONS. SABA ELMAS, DIREZIONE DIDATTICA 2° CIRCOLO CAPOTERRA, LAMA Development and Cooperation Agency Soc. Coop. a r.l., SCUOLA SECONDARIA I GRADO “ALIGHIERI-PASCOLI”, Faber City Cooperativa di Comunità di Alberobello , I CIRCOLO DIDATTICO SAN FILIPPO CITTA’ DI CASTELLO (PG), Giunti Psychometrics, F.T.Bufalini, comune di capoterra, Comune di Città di Castello, ISTITUTO COMPRENSIVO, CIAI- Centro Italiano Aiuti all’Infanzia, ISTITUTO COMPRENSIVO SANSEPOLCRO, Università  Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Economia, ISTITUTO COMPRENSIVO 16CD CEGLIE – SM MANZONI LUCARELLI , Comune di Bari – Municipio 4, associazione il timone, Cooperativa Sociale Cellarius

Sintesi
Il progetto intende favorire processi integrati di continuità educativa orizzontale nelle comunità educanti oggetto dell’intervento, mettendo al centro i minori nella fascia 9-14 anni. Con questo scopo si intende agire su quattro dimensioni chiave del disagio scolastico: la vulnerabilità dei minori, la fluidità nel passaggio tra il ciclo della primaria e quello della secondaria, l’impreparazione della comunità educante e l’anonimato degli spazi educativi. Le azioni previste sono integrate in una metodologia di intervento territoriale che si caratterizza per la sua multimensionalità e per l’accento sulla relazione tra minore e comunità educante. L’aspetto innovativo della metodologia proposta è nel suo sviluppo orizzontale, che ambisce a favorire la continuità educativa lavorando sia dentro che fuori dalla scuola, in un processo di contino scambio. Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di percorsi di volte al potenziamento delle competenze relazionali per agevolare le fasi passaggio degli studenti, percorsi di ricerca-azione nelle scuole secondarie di primo grado, accompagnamento peer to peer tra la scuola primaria e secondaria, percorsi integrati e attività volte alla riappropriazione degli spazi educativi dentro e fuori la scuola. I destinatari sono: 7.800 minori, 6.000 nuclei famigliari, 500 insegnanti e educatori.

Piccoli che Valgono!

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK