La Cittadella dell’Infanzia: al tempo del COVID-19 si reinventano le attività. Estratto dai racconti raccolti

di

Vista la straordinarietà del momento che sta vivendo il nostro Paese per l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla luce anche delle indicazioni ricevute dall’Impresa Sociale con I Bambini, soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile ed ente finanziatore del progetto “La Cittadella dell’infanzia, è stato necessario rimodulare le attività progettuali in corso per evitare che proprio i bambini delle famiglie più fragili possano pagare un prezzo maggiore dalla chiusura delle scuole a dal venir meno di quei supporti educativi che solitamente li accompagnano.

Obbiettivo fondamentale del progetto La Cittadella dell’Infanzia è sempre stato, infatti “accompagnare” le bambine e i bambini più fragili e le loro famiglie grazie alle diverse attività progettuali: servizio domiciliare, orientamento familiare e genitoriale, spazio gioco, laboratori, ecc.

“La Cittadella dell’infanzia ha prontamente risposto – sostiene Tania Arena, Presidente della ASAM società cooperativa sociale, ente capofila del progetto – ripensando e rimodulando le attività progettuali, innovando e rafforzando esperienze già presenti, modificando in maniera flessibile le loro modalità di intervento”. In questo contesto le tecnologie informatiche hanno dato un supporto fondamentale nell’erogazione del servizio, nella comunicazione, nella gestione dei flussi informativi e nella relazione con gli utenti.

La rimodulazione, ha infatti, previsto attività di informazione, di formazione e di orientamento a distanza attraverso metodologie educative e partecipative che si avvalgono di tecnologie digitali on line in grado di superare il distanziamento sociale forzato.

La TV e la piattaforma Zoom:
Sono entrati in gioco la TV e la piattaforma on line Zoom, attraverso i quali canali sono state attivate rubriche informative ed educative (rubrica di psicoterapia, di pediatria, benessere e salute, di informazione normativa, video tutorial, ecc, ) rivolte alle bambine e ai bambini e alle loro famiglie.

La rimodulazione delle attività progettuale resa necessaria dall’emergenza sanitaria in corso si è trasformata in un’opportunità: i nuovi canali attivati hanno permesso di raggiungere gli utenti delle attività direttamente nelle loro case attraverso la televisione. Più utenti ed in maniera diretta!

Occasione di nuove collaborazioni:
L’occasione ha favorito l’attivazione di nuove collaborazioni con enti rappresentativi del territorio. La rete televisiva locale Feel Rouge webTV (canale 616) ha permesso la messa in onda delle rubriche lavorando in maniera professionale. La stessa rete televisiva ha messo a disposizione web e canali social per la pubblicizzazione dell’iniziativa.

Il Patronato INAS Cisl ha messo a disposizione il proprio personale per l’attivazione di una rubrica informativa per fornire alla famiglie, ai cittadini tutti della regione Sicilia indicazioni operative ed aggiornamenti tempestivi e costanti sull’evoluzione normativa delle misure messe in atto per le politiche sociali e familiari.

Estratto dai racconti raccolti:
Come racconta la dott.ssa Chiara Lombardo, educatrice del consultorio socio educativo familiare, attraverso la piattaforma Zoom “è stato creato uno spazio-famiglia come luogo virtuale e tempo dedicato per curare e potenziare la relazione e la comunicazione tra genitore e bambini”.

La rimodulazione dell’attività di Consultorio socio educativo familiare ha permesso, come afferma la dott.ssa Giusy Albamonte, assistente sociale del consultorio, di “scoprire le potenzialità degli strumenti digitali. Canali di comunicazione innovativi che offrono, alle professioni di aiuto, nuove opportunità e risorse per l’informazione e la presa in carico delle famiglie”.

Abbiamo avuto l’occasione oggi di ridisegnare un modello, un programma, un progetto. Abbiamo valorizzato il meglio di ciò che già avevamo.

Trasmissioni televisive La Cittadella dell’infanzia

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK