ESTATE KOINÈ 2023: LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA LA STORIA DEI RAGAZZI AUTORI DI UN LIBRO ILLUSTRATO

di

Produrre un libro illustrato e realizzare la sua versione audio: è questa la ‘missione’ accolta da un gruppo di ragazzi, dagli 11 ai 16 anni, che partecipano al Laboratorio di Scrittura Creativa diretto da Ilaria Agostini di Writer Monkey, in corso a Monterotondo da fine giugno nel contesto dell’ESTATE KOINÈ 2023.

Le attività, interamente gratuite, sono promosse e organizzate dalla Cooperativa Sociale Lanterna Di Diogene di Mentana, soggetto capofila del progetto “L’Atelier Koinè”, selezionato da Impresa Sociale CON I BAMBINI nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Per raggiungere l’ambizioso traguardo, il folto gruppo costituito sia da ragazze che da ragazzi – anche due coppie di gemelli – si riunisce due volte a settimana presso i locali della Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo Statale Raffaello Giovagnoli.

In realtà sono così motivati, pieni di idee e creativi, che basta poco per mettere in moto quello che a tutti gli effetti è stato organizzato come un vero e proprio ufficio di produzione editoriale, in cui ciascuno ha un compito ben preciso, dalla segretaria di redazione al direttore creativo passando per gli illustratori delle tavole.

La trama e i personaggi sono farina del loro sacco. Senza fare troppo spoiler, possiamo anticiparvi che il loro racconto sarà ambientato in un luogo chiamato Pier Qualcosa, in realtà Genova, divisa in due parti, Pier di Qua e Pier di Là. Il protagonista è un 16enne di nome Pier Carlo, che compirà il suo “viaggio dell’eroe” e in cui è facile identificarsi. Come in ogni narrazione che si rispetta, c’è, ovviamente, un antagonista, Pier Luigi, ed altri personaggi, quali dei cari amici e un aiutante, sia umani che animali. Ma già abbiamo detto troppo…

Sotto gli sguardi attenti dei piccoli grandi scrittori in fermento, Ilaria Agostini assegna a ciascuno dei partecipanti la sequenza da scrivere, le tavole da illustrare, indicando ad ognuno che il loro compito è proprio quello di inventare storie nelle storie, inserendo personaggi che verranno messi insieme come a comporre un vero e proprio mosaico narrativo. “Dovete avere una scrittura immersiva, che coinvolga i cinque sensi, che poi è quella più interessante. Dovete scavare nella psicologia dei personaggi, mettendo in gioco sentimenti ed emozioni”, sottolinea con enfasi la responsabile del laboratorio. Mentre i ragazzi leggono ad alta voce passi della trama, Agostino Franchi, altro esponente dell’associazione Writer Monkey, li richiama sull’importanza della dizione, sulla quale lavoreranno per registrare il loro futuro audio book.

E quando ai ragazzi viene chiesto perché hanno scelto proprio questo laboratorio, le risposte sono quasi sempre le stesse, come a farsi eco, rafforzandosi a vicenda: per scoprire, per sperimentare, per provare una nuova esperienza. Due di loro raccontano di scrivere da quando sono piccoli con uno spiccato interesse per i gialli e il genere horror.  L’amore per la lettura accomuna molti di loro, convinti che sia fondamentale per crescere con “la mente aperta”.

Argomenti

Ti potrebbe interessare

I PALADINI DELLA LOTTA ALLA MAFIA INCONTRANO GLI STUDENTI – La mafia uccide, il Silenzio pure.

di

Non si fermano gli incontri sulla legalità nelle scuole partner del progetto l’Atelier Koinè, selezionato da impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito...

Al Liceo scientifico Peano di Monterotondo “Broken windows” si colora di un bel “giallo inventato”.

di

Nelle giornate del 15 e 16 marzo nel liceo scientifico Peano di Monterotondo, si è dato vita a quarantotto ore di rinnovamento...

MARICETTA TIRRITO. LA LEGALITÀ? BISOGNA ESSERE CORAGGIOSI

di

“Mi chiamano 47. Per loro sono un morto che parla. La mia colpa? Ribellarmi alla mafia, alla criminalità. Non piegare la testa....