Percorsi narrativi al Liceo Statale Gaio Valerio Catullo di Monterotondo

di

Sono iniziati, presso il Liceo Statale Gaio Valerio Catullo di Monterotondo, i nostri Percorsi Narrativi ad opera del pedagogista e narratore orale Simone Saccucci.

Al quarto anno consecutivo, con grande felicità, hanno di nuovo riscosso, tra gli studenti e le studentesse del liceo, un grande interesse.

Ad ogni edizione sono stati proposti nuovi contenuti ed anche quest’anno, con aggiunta la gioia di poter di nuovo incontrare in presenza i ragazzi e le ragazze, ogni incontro sarà diverso dai precedenti anni, seguendo come filo conduttore il tema centrale: raccontare fa bene. Lenisce le nostre ansie. Ci cura e ci stimola ad ascoltare l’altro, scatenando un benefico circolo vizioso del racconto/ascolto e viceversa.

Si passeranno in rassegna diversi modi di raccontare una storia. Dall’autobiografia, passando alla lettura ad alta voce, proseguendo poi all’ascolto della narrazione del proprio compagno di banco per poter poi raccontarla con la propria personale voce, alternando gli eterni atti umani dell’ascoltare e del raccontare, oltre che stringendo relazione con i proprio coetanei e col mondo circostante.

Ed è proprio qui che sta l’obiettivo primario di questo viaggio nel mondo dell’oralità e non solo. È necessario, soprattutto oggi, successivamente ad una pandemia che ci ha limitato relazionalmente,lavorare di nuovo per stare insieme, per riscoprire se stessi in funzione dell’altro. Per Incontrare.

Parallelamente gli studenti e studentesse del Liceo Catullo di Monterotondo avranno occasione anche di potenziare la loro capacità linguistica poiché la narrazione orale – anche detta Storytelling – permette di accrescere la competenza del verbalizzare in modo ordinato e logico, pescando divolta in volta parole dal proprio vocabolario personale, mostrandoci nudi davanti ai nostri limiti ma forti e capaci di poterli superare e colmare.

Grazie al progetto nazionale ” L’Atelier Koinè” i ragazzi hanno l’opportunità di far parte di queste preziose opportunità, di sviluppare le loro capacità e i loro talenti in un clima di ascolto e rispetto reciproco. Dall’atra parte i professionisti hanno il grande privilegio di stare con loro e di crescere insieme!

Argomenti

Ti potrebbe interessare

ADOLESCENTI OGGI – Le sofferenze adolescenziali

di

Venerdì 11 marzo, all’interno del ciclo di incontri di “Formarci per non fermarsi”, realizzato all’interno del Progetto nazionale L’Atelier Koinè, promosso e...

All’I.C Giovagnoli di Monterotondo operativo lo sportello ASCOLTARSI

di

Nell’ambito dell’Atelier Koinè, nel Lazio riparte una delle attività più richieste di vicinanza a studenti, famiglie e docenti: lo SPORTELLO ASCOLTARSI. Da...

E…state con Noi!

di

Il progetto “L’Atelier Koinè”, selezionato da impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo a contrasto della povertà educativa minorile con capofila...