“L’Atelier Koinè” celebra la “Giornata della Memoria” insieme agli adolescenti

di

Sensibilizzare i giovani, rinsaldare la memoria, guardare al futuro senza mai dimenticare gli errori del passato. Con queste finalità il progetto L’Atelier Koinè – selezionato da impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo a contrasto della povertà educativa minorile e con ente capofila “La Lanterna di Diogene” Cooperativa sociale Onlus di Mentana – ha organizzato un percorso sul territorio di Fonte Nuova per celebrare degnamente e insieme ai giovani la “Giornata della Memoria”.

Il 26 gennaio i ragazzi che partecipano all’Hub “Attivamente” nelle scuole del territorio, infatti, avranno l’opportunità di visitare il Museo Ebraico di Roma. 

Inoltre, nell’Istituto Comprensivo “L.Pirandello” di Fonte Nuova Simone Saccucci, educatore e story Teller, ripercorrerà insieme agli studenti “Un Viaggio dentro il vagone che porta al campo di concentramento”.

Nell’Istituto Comprensivo “S.Pertini” di Fonte Nuova, in aggiunta, tre classi saranno coinvolte in un incontro sul tema della “Giornata della Memoria” attraverso riflessioni e dibatti.

LE ALTRE INIZIATIVE DELL’ATELIER KOINE’ DEDICATE ALLA “GIORNATA DELLA MEMORIA”

Nell’ambito del percorso di sensibilizzazione e ricordo ci sarà anche un convegno dal titolo “SIAMO NUMERI SULLA NEVE” che si terrà nell’Aula Consiliare del Comune di Fonte Nuova.

Interverranno il Consigliere Comunale e Presidente della “Commissione Pari Opportunità” Avv. Silvia Fuggi, la scrittrice Simona Baldelli che racconterà il tema della guerra attraverso il suo romanzo “Evelina e le fate” e l’ex Consigliere Comunale Eleonora Panzardi.

Modererà l’incontro il dott. Fabrizio Ragonetti della Lanterna di Diogene Cooperativa Sociale Onlus, soggetto capofila dell’Atelier Koinè.

In questa occasione sarà presentata la video-intervista fatta ad un deportato ad Auschwitz, il sig. Donato Di Veroli, realizzato dall’Hub “Attivamente” con i ragazzi dell’I.C. Città dei Bambini di Mentana.

In occasione della ricorrenza del 27 gennaio, infine, si terrà in tutti gli Istituti Scolastici coinvolti dal progetto L’Atelier Koiné un momento di sensibilizzazione intitolato “Il Segno della memoria”.

A tutti gli studenti verrà consegnato il simbolo della Stella di David e ad ognuno un numero che identificava uno dei deportati ad  Auschwitz. I ragazzi saranno invitati a cercare a chi corrispondeva il numero a loro assegnato per avvicinarsi alla storia di ognuno dei deportati.

 

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016, è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD www.conibambini.org
 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

“D’amore non si muore”, le iniziative del progetto L’Atelier Koinè contro la violenza sulle donne

di

Tante emozioni e profonde riflessioni il 25 novembre nella “Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne”. Nell’ambito del progetto l’Atelier Koinè, selezionato...

Gli eventi dell’”ATELIER KOINE’”, un viaggio dedicato ai ragazzi, tra lo stimolo della CREATIVITA’ e l’attivazione dello SPIRITO CRITICO.

di

L’“Atelier Koinè”, porterà avanti una fitta programmazione di eventi durante i mesi a venire; seppure tenendo presente le varie difficoltà che le...

L’Hub “Folk’n funk” MOVING SIGNS al tempo del Covid-19

di

Di certo quest’anno verrà ricordato e studiato nei libri di scuola, per la sua particolarità, ma chissà se ci saranno ancora i...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK