La nostra settimana sulla Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza: spunti e attività per tutti!

di

“Non ci può essere rivelazione più acuta dell’anima di una società che il modo in cui tratta i suoi bambini”
Nelson Mandela

 

Il 20 Novembre si celebra la Giornata Mondiale per i Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza.
Una giornata importante, dedicata a tutti quei bambini che per varie cause non vedono riconosciuti a pieno i propri diritti.

I diritti dei bambini sono tanti e tutti importanti: il diritto ad essere un bambino, a crescere in libertà, a non essere discriminato, ad essere rispettato, e tra i tanti diritti ce n’è uno che ci sta particolarmente a cuore. Il diritto all’istruzione.
Ancora oggi molti bambini e ragazzi con la sindrome di Down non hanno la possibilità di vivere a pieno il proprio diritto a ricevere una educazione adeguata.
Andare a scuola significa stare con i compagni, socializzare, ma anche avere la reale possibilità di imparare e apprendere nuove cose.
L’Italia, a differenza di altri Paesi, prevede un percorso integrato ed inclusivo per  gli alunni con bisogni educativi speciali promuovendo così una scuola di tutti e per tutti.

Ma come vorremmo che fosse la nostra scuola? Sono passati 10 anni da quando il Coordown – Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con sindrome di Down – auspicava a una scuola senza barriere, che potesse garantire il giusto sostegno e le necessarie risorse a tutti, nel rispetto delle diversità.
Se sono stati fatti dei passi avanti nell’educazione in presenza, al momento, ce ne sono ancora molti da fare per quanto riguarda la didattica a distanza.
L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 mette ogni giorno a dura prova l’apprendimento e la possibilità di un percorso realmente integrato ed inclusivo per gli alunni con maggiori fragilità.


In quella che è diventata la nostra settimana dedicata ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza vogliamo soffermarci proprio su questo diritto, dedicando ogni giorno spunti di riflessione ed attività per ragazzi e bambini. 

Dedica anche tu un po’ del tuo tempo quotidiano ai diritti dei bambini, seguendoci su questa pagina e sulla nostra pagina facebook!

_________________________________________________________________________

1° giorno dei diritti

La nostra settimana dei diritti inizia con la condivisione del librino dei diritti ideato da Carlotta Bellomi per Save The Children Italia.

Una guida illustrata della Carta dei Diritti dei Bambini, in cui con parole semplici  – accompagnate da disegni ed attività da svolgere da soli o insieme agli adulti – si racconta aibambini quali sono i loro diritti.

Potete guardare e scaricare la guida illustrata di Save The Children a questo link.

un albero che affonda le proprie radici nel terreno. Sui rami tanti bambini sorridenti.

 

2° giorno dei diritti

“Un bambino, un maestro, una penna e un libro possono fare la differenza e cambiare il mondo.”
– Malala Youdafzai –

Malala Youdafzai è oggi una giovane donna laureata a Oxford in Filosofia, Politica ed Economia, ma c’è stato un tempo in cui era una ragazzina per la quale andare a scuola ed esprimere ad alta voce il sogno del diritto all’istruzione per tutti i bambini poteva costarle la vita.
Sono passati 7 anni dal giorno in cui Malala, appena sedicenne, pronunciò il suo discorso alle Nazioni Unite sull’istruzione come mezzo di Pace e salvezza. Un discorso che è rimasto nella storia per la sua potenza ed il suo significato, in quella che è una società che privava le bambine al diritto all’istruzione.
Ci teniamo molto a condividere questo video con tutti voi, perché in questa settimana dedicata a sensibilizzare i diritti dei bambini, vogliamo sottolineare il diritto all’istruzione per tutti.
Clicca qui per guardare il video di Malala!

3° giorno dei diritti

“Non importa se un bambino impara lentamente, l’importante è incoraggiarlo a non
smettere mai di imparare”

-R.J. Meehan-

Il 3^ giorno della settimana sui diritti dei bambini lo vogliamo dedicare a un’attività per bambini e ragazzi di tutte le età!
Un’attività che parte dalla riflessione sulla scuola che vorremmo: una scuola inclusiva in ogni suo aspetto e per ogni persona coinvolta. Una scuola di tutti e per tutti. 

Ma quali sono gli ingredienti che per bambini e ragazzi rendono la scuola un posto ancora più bello?
Quali caratteristiche dovrebbe avere?

È da questa domanda che nasce l’attività che vi proponiamo oggi, e che vi invitiamo a provare e a condividere con i vostri bambini!

Aiutateci a costruire un grande collage con gli ingredienti per una scuola di tutti e per tutti mandandoci le foto dell’attività: le pubblicheremo in un album dedicato il 20 novembre in occasione della Giornata Mondiale sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza!
Potete inviarci le vostre foto tramite e-mail a progettoisi@gmail.com o direttamente sulla nostra pagina facebook, e se volete, condividetele sui vostri profili usando gli hashtag #progettoisi #unascuolapertutti #giornatamondialeinfanzia

 

Clicca sulle immagini qui sotto per salvare e stamparle!

 

 

 

 

 

 

4° giorno dei diritti

Questa giornata la dedichiamo ai SUPERPOTERI DI MAESTRE E MAESTRI!
Ogni maestra e maestro la mattina lascia a casa gli abiti del supereroe per indossare quelli dell’insegnante!
Quali sono i superpoteri della tua maestra o maestro?
Completa la sagoma, ritagliando, incollando, disegnando e colorando il ritratto del tuo insegnante.

E se vuoi, quando hai creato il tuo supermaestra o la tua supermaestra, inviaci la foto direttamente sulla nostra pagina facebook cliccando qui o tramite email a progettoisi@gmail.com!

Clicca sull’immagine qui sotto per salvarla e stamparla: troverai oggetti magici, vestiti, animali con superpoteri..!

la sagoma di una persona, con accanto espressioni del viso, occhiali, barbe, baffi...

 

 

5° giorno dei diritti

Oggi 20 Novembre, 𝑮𝒊𝒐𝒓𝒏𝒂𝒕𝒂 𝑴𝒐𝒏𝒅𝒊𝒂𝒍𝒆 𝒑𝒆𝒓 𝒊 𝑫𝒊𝒓𝒊𝒕𝒕𝒊 𝒑𝒆𝒓 𝒍’𝑰𝒏𝒇𝒂𝒏𝒛𝒊𝒂 𝒆 𝑳’𝒂𝒅𝒐𝒍𝒆𝒔𝒄𝒆𝒏𝒛𝒂, lanciamo il bellissimo messaggio che #MartaSodano, giovane con la sindrome di Down, ha portato alle #NazioniUnite raccontando la sua storia di studentessa e condividendo le difficoltà, ma anche le conquiste rese possibili dalla sua tenacia e dagli insegnanti che ha incontrato nel suo percorso educativo.
Clicca qui per guardare l’intervento di Marta Sodano!
“Una scuola inclusiva che non lascia indietro nessuno è possibile!”

6° giorno dei diritti

Ci sono maestre lunghe o maestre corte.
Maestre larghe oppure sottili.
Maestre scure, chiare, ricce, lisce, a pallini, a fiori, a spirali, a scacchi e in varie fantasie.
Anche a righe e a quadretti, naturalmente.
E dentro le maestre, invece, cosa c’è?
Fai ascoltare il racconto “Come funziona la maestra” ai tuoi bambini  e invitali a costruire la loro maestra o maestro andando su –> https://bit.ly/3fdC6x6

 

7° giorno dei diritti

“𝑺𝒆 𝒅𝒐𝒗𝒆𝒔𝒔𝒊 𝒔𝒑𝒊𝒆𝒈𝒂𝒓𝒆 𝒊𝒏 𝒑𝒐𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒂𝒓𝒐𝒍𝒆 𝒂𝒅 𝒖𝒏 𝒃𝒂𝒎𝒃𝒊𝒏𝒐 𝒐 𝒂 𝒖𝒏 𝒓𝒂𝒈𝒂𝒛𝒛𝒐 𝒄𝒐𝒎𝒆 𝒍𝒂 𝒔𝒄𝒖𝒐𝒍𝒂 𝒑𝒐𝒔𝒔𝒂 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒍𝒂 𝒔𝒄𝒖𝒐𝒍𝒂 𝒅𝒊 𝒕𝒖𝒕𝒕𝒊 𝒆 𝒑𝒆𝒓 𝒕𝒖𝒕𝒕𝒊, 𝒄𝒐𝒔𝒂 𝒈𝒍𝒊 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒆𝒓𝒆𝒔𝒕𝒊?”
Lo abbiamo chiesto a Beatrice e Dunia, che nella vita fanno le insegnanti, a Tea, la libraia dei bambini e a Barbara, aiuto custode in una scuola dell’infanzia!

Regioni

Ti potrebbe interessare

I.S.I, Inclusione, Sport, Istruzione – facile così! – ai blocchi di partenza!

di

“I.S.I, Inclusione, Sport, Istruzione – facile così! – è un progetto ambizioso che farà guardare alla disabilità da un punto di vista...

Il pericolo di un’unica storia e la creazione di pregiudizi.

di

“Raccontare un’unica storia crea stereotipi. E il problema degli stereotipi non è tanto che sono falsi, ma che sono incompleti. Trasformano una...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK