Cucinando si impara

di

#AssociazioneCasaEmmaus, una serie di incontri dedicati alle mamme di #Iglesias, #Musei, #Domusnovas, #Villamassargia che hanno l’obiettivo di condividere informazioni, comportamenti, consigli sull’educazione dei propri figli, il tutto condividendo il momento della preparazione del cibo.

L’azione “Cucinando si impara” ha previsto la realizzazione di n. 3 incontri in ciascuno dei paesi coinvolti nel progetto, ovvero Iglesias, Domusnovas, Musei e Villamassargia, per un totale di 36 ore, 12 incontri da 3 ore ciascuno, di supporto alla genitorialità attraverso l’utilizzo di tecniche informali e dirette a creare un clima di collaborazione condiviso che consentisse ai genitori di sentirsi liberi di esprimersi e confrontarsi.

La cucina diventa un pretesto per tenere occupate le mani e liberare la mente da resistenze e diffidenze, la psicologa diventa oltre che capo cuoca una facilitatrice di processi. I veri protagonisti sono i genitori e i loro vissuti con i figli, il loro essere genitori in un mondo e in modo che cambia e che sentono molto diverso da quello in cui sono stati cresciuti loro, anche se poi si scopre che “ai miei tempi era tutto diverso…” è la frase maggiormente detta dai genitori di ogni tempo.

Gli incontri si sono svolti con una prima attivazione dei partecipanti presentando la ricetta e cucinando insieme, in questa fase le persone sono state stimolate con domande icebreaker.

Mentre la pietanza era in fase di cottura è stata attivata una discussione libera in cui i genitori hanno avuto la massima libertà di espressione rispetto a vissuti e problematiche legate al loro rapporto con i figli adolescenti e non.

Gli incontri sono stati veramente ricchi di contenuti, spaziando dalla gestione delle regole fino ad arrivare a vissuti più intimi come l’amore.

I risultati ottenuti in termini di partecipazione, coinvolgimento si ritengono estremamente positivi e la formula del corso di cucina, oltre ad essere gratificate perché a fine incontro si consuma il cibo preparato tutti insieme, risulta essere una formula vincente per creare un clima positivo tra i partecipanti.

I prossimi obiettivi sono finalizzati alla definizione di incontri tematici (scegliendo tra le tematiche maggiormente pregnanti ed emerse) utilizzando sempre una tecnica di attivazione e partecipazione informale. In particolare si prospetta l’attivazione di un laboratorio teatrale sui temi della genitorialità e la realizzazione di un percorso che attraverso video e immagini racconti di sé come genitori.

L’arte culinaria, teatrale, pittorica e cinematografica in questo senso vuole diventare un canale per raccontare e affinare l’arte di essere genitori, mentre tutto cambia, mentre cambiano i nostri ragazzi, mentre cambiamo noi e ci sentiamo dire “ai miei tempi era tutto diverso…”

 

 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK