Il laboratorio di giornalismo

di

Il laboratorio di giornalismo, coordinato dalla giornalista Annalisa Atzei, si svolge una volta al mese in ognuna delle classi terze dei paesi di Musei, Villamassargia, Iglesias, Domusnovas: l’obiettivo è raccontare con gli occhiali dei bambini le attività del progetto. La stessa attività viene svolta, sempre una volta al mese, fuori dalla scuola nelle biblioteche di ogni paese ed è dedicata a tutti i bambini dai 7 agli 11 anni.

Obiettivi

Attraverso il laboratorio di giornalismo i bambini hanno modo di sperimentare e apprendere una serie di semplici strumenti, utili per la realizzazione dibrevi articoli, interviste, racconti di cronaca o di fantasia sul tema de “I Giardini Possibili”. Obiettivo principale è l’organizzazione e l’esecuzione dei materiali che, accompagnati da immagini e disegni sempre ad opera dei bambini, andranno a costituire l’inserto della rivista periodica “E Inzà” a cura dell’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, inserto interamente dedicato alle attività realizzate all’interno del progetto I Giardini Possibili. Dall’inizio dell’attività a ottobre sino a giugno (in concomitanza con la chiusura dell’anno scolastico) è prevista l’uscita di due numeri: il primo nel mese di febbraio e il secondo a giugno, in occasione della festa del bambino.

Risultati

I lavori con le classi terze delle scuole primarie di primo grado coinvolte nel laboratorio di giornalismo sono stati suddivisi in due cicli di incontri, coincidenti con i periodi di uscita della rivista E Inzà, rispettivamente da ottobre a gennaio e da febbraio a maggio. Attualmente si è concluso il penultimo giro di incontri nelle classi coinvolte; a maggio si raccoglieranno i materiali per il nuovo inserto che verrà distribuito a giugno.

Durante il primo ciclo di incontri i bambini hanno avuto modo di conoscere le attività proposte dal progetto stesso e, attraverso alcune attività specifiche in classe, apprendere alcune modalità di lavoro con cui realizzare il ruolo di “piccoli reporter”. In ogni classe si è costituita una redazione ed è stato consegnato a ciascun bambino il “cartellino” e il “contratto”; ai bambini, divisi in gruppo, col supporto dei docenti, è stato assegnato un tema da sviluppare o è stato dato loro modo di individuare i contenuti degli elaborati sviluppati poi sotto forma di breve articolo, intervista, storia, gioco o poesia, ai quali sono stati accompagnati anche dei disegni. In back-office il materiale è stato riordinato per argomenti, corretto e ricopiato e successivamente condiviso col grafico.

Il primo ciclo di incontri è stato sperimentale e si è concluso con un esito positivo, sia per l’impegno da parte delle classi che per la qualità dei pezzi prodotti; da una parte i bambini si sono dimostrati da subito entusiasti e ogni incontro è stato caratterizzato da un clima di collaborazione e partecipazione molto intense; dall’altra, i docenti si sono dimostrati in tutte le classi sempre collaborativi e molto disponibili.

Durante la seconda fase dei laboratori, è stato possibile organizzare in maniera più ordinata e strutturata il lavoro; i bambini conoscono meglio il progetto e le sue finalità e hanno avuto modo di apprendere e far propri alcuni strumenti utili per la realizzazione degli articoli. Da parte degli insegnanti è stata ancora confermata la massima disponibilità a collaborare. Ciascuna classe si è dedicata a un tema specifico (per esempio raccontare chi sono gli artisti stranieri coinvolti nel progetto, le visite ai parchi, conoscere gli ideatori del progetto, intervistare alcuni referenti, ecc) e lo sta sviluppando attraverso varie attività che vanno dall’intervista e la scrittura degli articoli, alle attività nell’area che diventerà il giardino possibile del proprio comune, sino all’ideazione di un gioco da tavolo e alla realizzazione di un giardino in miniatura in classe. Ogni attività verrà comunque raccontata attraverso gli articoli e le immagini; tutti gli studenti, infatti, in questa fase conclusiva dei laboratori, stanno ultimando gli elaborati epredisponendo il materiale fotografico per il prossimo inserto.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK