I cinque cantieri di Sedici modi di dire ciao uniti per la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

di

Lunedì 20 novembre l’iniziativa che vedrà insieme le comunità di Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Veneto. I ragazzi coinvolti si cimenteranno in un’inedita campagna elettorale

 I cinque cantieri di Sedici Modi di Dire Ciao insieme in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Importante evento in programma per lunedì, 20 novembre. Un’iniziativa che vedrà insieme le comunità di Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Veneto coinvolte nell’ambito del progetto ideato e realizzato dall’Ente Autonomo Giffoni Experience, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Ad organizzare l’evento è il Centro Socio-Sanitario San Nicola di Giffoni Valle Piana che da tempo svolge attività in partnership con l’Ente Autonomo Giffoni Experience sulla base di uno specifico protocollo d’intesa siglato negli anni scorsi.

Mai come in questo momento ciascuno di noi sente il bisogno del senso di appartenenza all’altro, ai propri simili ed alla comunità più estesa – spiega Giulia Troisi, responsabile del Centro San Nicola –  E’ anche per questi motivi che sentiamo ancor di più l’importanza di questa giornata. I diritti sono, o meglio dovrebbero essere, inalienabili, invece quotidianamente li vediamo calpestati e negati, soprattutto quelli dell’infanzia e dell’adolescenza. Celebrare questa giornata e sottolinearne l’importanza con il futuro di domani è un dovere a cui nessuno dovrebbe sottrarsi”.

L’evento avrà come luogo fisico di svolgimento la sede dell’Associazione L’Astronave a Pedali in via Walter Tobagi ad Eboli. In collegamento ci saranno gli altri quattro cantieri di Sedici Modi di Dire Ciao, con inizio alle ore 17.00.

Si partirà con la proiezione dei video curato e realizzato dall’Unicef dal titolo “E tu, cosa farai?”.  La visione del cortometraggio rappresenterà lo spunto per approfondire il senso della Giornata dei diritti dei bambini, il rilievo, l’importanza ed i contenuti della Carta dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, la necessità della loro istituzione perché temi come questi siano sempre all’ordine del giorno nel dibattito sociale, politico e culturale, italiano ed internazionale. Sarà un interessante momento di confronto collettivo cui seguirà un’iniziativa di grande valore simbolico ma anche molto efficace come testimonianza, la Campagna elettorale dei diritti.

Ciascun cantiere sarà impegnato in una vera e propria campagna elettorale con almeno due liste di candidati. Ciascuno dovrà promuovere e farsi portavoce di un diritto che ha scelto e che intende rappresentare.

Questi saranno i diritti candidati: Il diritto all’uguaglianza, il diritto alla non discriminazione, il diritto alla vita e allo sviluppo, il diritto alla partecipazione, il diritto a un’identità, diritto all’istruzione, diritto alla salute, diritto alla protezione, diritto alla privacy, diritto ad un ambiente sano.

La giornata si concluderà con un nuovo momento di confronto collettivo nel corso del quale sarà possibile conoscere i risultati elettorali, con i diritti che hanno ottenuto maggiori consensi e quindi sono più vicini alla sensibilità dei ragazzi che parteciperanno all’iniziativa. Sarà perciò l’occasione per esercitare la democrazia, mettendola al servizio di strumenti necessari per la consapevolezza dei singoli e di una comunità.

Parteciperanno all’iniziativa in veste di esperti le dottoresse Giulia Troisi, Rossella Laudisio, Nicolina di Mari, Valeria Morgese e Valeria Milone.

Ti potrebbe interessare

Sedici Modi di Dire Ciao, l’hub di Eboli apre una nuova sede all’insegna dell’ascolto e dell’inclusione

di

Uno spazio in cui incontrarsi, raccontarsi, confrontarsi e crescere: a Eboli apre l’hub di via Pertini realizzato dall’Associazione di volontariato onlus l’Astronave a Pedali.

“Lavoriamo sulle Emozioni” per crescere nel percorso di abbattimento della povertà educativa.

di

La fantastica avventura di crescere è anche imparare ad accettare e gestire le emozioni. Questa la parola d’ordine del lab svoltosi nel...

“Sedici Modi di Dire Ciao”: il racconto degli affetti e delle passioni con il lab “Lovers Are Crazy”

di

È il momento di passare di fronte alla telecamera e di raccontarsi per i ragazzi del Campus “Andata e Ritorno – Sedici...