La cultura ridisegna la periferia: dal 27 febbraio al 3 marzo al il via il Cantiere di narrazione Basilicata con Sedici Modi di Dire Ciao

di

L’iniziativa è stata selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente partecipata da Fondazione con il Sud

Leggi di più...

I luoghi che abitiamo condizionano il nostro spazio mentale e l’immaginario che orienta le nostre scelte. Per questo, a chi è capitato di nascere in un luogo che somiglia a un territorio isolato – a volte bellissimo ma lontano da ogni opportunità di crescita – pensare con libertà al proprio futuro risulta difficile. Allargare gli orizzonti, ribaltare la visone delle periferie, rendendole fonte di ispirazione per bambini e i ragazzi, punto di incontro, di dialogo, di rinascita: con questi obiettivi Sedici Modi di Dire Ciao ha mosso i primi passi, portando ispirazione e occasioni lì dove ce n’era più bisogno. E con lo stesso entusiasmo continua il suo cammino, questa volta con il Cantiere dai narrazione Basilicata.

Il progetto – selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini”, nell’ambito del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile” e realizzato dall’Ente Autonomo Giffoni Experience – sarà al Cine-teatro Nicola Angrisani di Montescaglioso dal 27 febbraio al 3 marzo, coinvolgendo centinaia di ragazzi da tutta la regione.

Il cinema svela la meraviglia e lo stupore che sono il punto di partenza della conoscenza. Permette di accedere al nostro stesso sguardo, di osservare come guardiamo la realtà intorno a noi, come riceviamo e rielaboriamo informazioni. In sala i ragazzi sono portati a parlare delle proprie e emozioni e percezioni, partendo dagli stimoli che arrivano da quanto visto sul grande schermo. Così nasce Movie Days, il progetto che mediante la visione di più film permetterà a bambini e adolescenti di rimettere in discussione il loro immaginario, restituendo attenzione e valore alla narrazione audiovisiva.

Sei le opere che saranno proposte al giovane pubblico: amicizia e rispetto per l’ambiente sono al centro de IL RAGAZZO E LA TIGRE di Brando Quilici, distribuito da Medusa Film. Balmani, un 12enne orfano, incontro tra le valli innevate dell’Himalaya un nuovo amico, un cucciolo di tigre del Bengala. I due stringono sin da subito un forte legame e insieme si mettono in viaggio, diretti al monastero di Taktsang, in Buthan, noto con il nome “il nido della tigre”. È una favola ecologica STORM BOY – IL RAGAZZO CHE SAPEVA VOLAREdistribuito da Medusa Film. Il piccolo Michael Kingley soprannominato “Storm Boy” (Finn Little) è diventato un uomo d’affari di successo ormai in pensione (Geoffrey Rush). Grazie alla nipote Maddy (Morgana Davies), sensibile alle questioni ambientali, Michael inizia a rievocare la sua infanzia ormai dimenticata, trascorsa con suo padre lungo una costa isolata e incontaminata nel lontano Coorong National Park dell’Australia Meridionale. Il susseguirsi d’immagini del suo passato lo riporterà ai ricordi di come, da ragazzo, avesse salvato e allevato uno straordinario pellicano orfano di madre, da lui chiamato Mr Percival. E ancora QUANDO HITLER RUBÒ IL CONIGLIO ROSA, il film diretto da Caroline Link, è tratto dall’omonimo romanzo per ragazzi, basato sull’infanzia della scrittrice Judith Kerr. Protagonista della storia è una ragazza tedesca di origine ebraica di nome Anna che, nel 1933 a soli 9 anni, con l’ascesa al potere di Hitler, è costretta a lasciare Berlino insieme alla famiglia per sfuggire ai nazisti. Durante il viaggio attraverso l’Europa alla ricerca di un posto sicuro dove rifugiarsi, Anna dovrà lasciare tutto ciò che ha, compreso il suo amato coniglio rosa di peluche. La sua vita non sarà mai più la stessa. La piccola Anna insieme alla sua famiglia dovrà venire a patti con le sfide che la vita da rifugiati impone, ma senza abbandonare mai la speranza e la fiducia. È un’avventura travolgente BELLE E SEBASTIEN – NEXT GENERATION, di Pierre Coré distribuito da Notorius Pictures. Siamo ai giorni nostri e Sebastien, 10 anni, trascorre a malincuore le vacanze in montagna con la nonna e la zia, dando una mano nell’ovile. Nulla di troppo entusiasmante per un ragazzo di città come lui. A rompere la monotonia delle sue giornate è l’incontro con Belle, un cane gigantesco e dolcissimo ma ingiustamente maltrattato dal suo padrone. Pronto a tutto pur di difendere e proteggere la sua nuova amica, Sebastien vivrà̀ l’estate più̀ emozionante della sua vita. Il complicato rapporto tra fratelli nel quartiere popolare di Sète è al centro di UNA VOCE FUORI DAL CORO, di Yohan Manca distribuito da I Wonder Pictures e e Unipol Biografilm Collection. Nour è un ragazzo di 14 anni ultimo di quattro fratelli, orfano di padre e con la madre in coma. A causa dell’assenza dei loro genitori, il gruppo cerca di aiutarsi a vicenda: i fratelli maggiori sbarcano il lunario con diversi lavoretti, ma con l’arrivo dell’estate anche lui deve contribuire all’economia familiare e prendersi cura della madre. Un giorno il giovane conosce Sarah, un’insegnante di canto che lo inserisce nel suo corso, permettendo a Nour di scoprire una passione innata che gli viene dai genitori. Grazie al canto, il ragazzo si apre a un nuovo mondo, totalmente differente da quello che ha conosciuto fino a ora. Chiude CALIFORNIE di Alessandro Cassignoli e Casey Kauffman, distribuito da Fandango. Girato nell’arco di cinque anni, il film è la poetica ed avvincente rappresentazione di quante decisioni, apparentemente irrilevanti, determinino il futuro di un individuo, in bilico tra farcela e il soccombere di fronte alle difficoltà.

Non solo cinema, spazio anche a docenti e dirigenti scolastici, DIGITAL PROF, spiegherà come costruire al meglio lezioni multimediali interattive, utilizzando anche strumenti familiari. Coinvolti attivamente nel progetto anche genitori e comunità educante: PARENTAL EXPERIENCE permetterà agli adulti di seguire le attività dei più piccoli e di entrare in contatto con le esigenze e le aspettative dei ragazzi.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Ti potrebbe interessare

Sedici Modi di Dire Ciao, l’hub di Eboli apre una nuova sede all’insegna dell’ascolto e dell’inclusione

di

Uno spazio in cui incontrarsi, raccontarsi, confrontarsi e crescere: a Eboli apre l’hub di via Pertini realizzato dall’Associazione di volontariato onlus l’Astronave a Pedali.

I cinque cantieri di Sedici modi di dire ciao uniti per la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

di

Lunedì 20 novembre l’iniziativa che vedrà insieme le comunità di Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Veneto. I ragazzi coinvolti si cimenteranno in...

Al cinema per la prima volta: a Montescaglioso emozioni sul grande schermo con i Movie Days di Sedici Modi di Dire Ciao

di

L’iniziativa, selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente partecipata da Fondazione con il Sud, vedrà protagonisti centinaia di ragazzi lucani fino a venerdì 3...