Con Borgo Bambino la scuola si fa in camper

di

Se i bambini non possono andare a scuola, è la scuola ad andare da loro. A bordo di un camper, prosegue nelle periferie di Manfredonia il programma di musicoterapia destinata a bambini affetti sin dalla nascita da varie forme di disabilità. L’iniziativa è di Borgo Bambino, progetto multidisciplinare selezionato dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’ nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Il Covid e la chiusura delle scuole hanno amplificato l’emergenza con cui questi bambini e le loro famiglie convivono da sempre. Di qui la scelta di Borgo Bambino di non attendere tempi migliori, ma di mettere subito in campo gli interventi necessari per far proseguire ai ragazzi il percorso avviato già da diversi mesi con l’Associazione di musicoterapia “Note a margine”.

La pandemia ha creato distacco e solitudine – spiega il maestro Carmen Battiante, direttore scientifico dell’Associazione – noi invece vogliamo riattivare l’ascolto. Abbiamo scelto di farlo con una terapia neuroplastica molto efficace che attraverso i canali sensoriali aiuta a stimolare il cervello. La terapia si chiama Tomatis, è conosciuta in tutto il mondo, ancora poco in Italia. Sono bastati pochi giorni per vedere già risultati sorprendenti’.

Attraverso cuffie dotate di un sistema di propagazione della vibrazione sonora, i ragazzi vengono stimolati per via ossea e aerea con musiche di Mozart, canti gregoriani ma anche con la loro stessa voce. Durante l’ascolto vengono coinvolti anche con giochi creativi ed attività manuali. La terapia serve a gestire le emozioni e a contrastare disturbi o difficoltà dell’attenzione, dell’apprendimento, del linguaggio e della motricità. Il beneficio che si ottiene è quello di una migliore carica energetica complessiva, sia a livello corporeo che cerebrale. La conferma arriva dagli stessi genitori.

“All’inizio ero scettica racconta Antonietta, mamma di Anna, bambina coinvolta nel progetto – invece sono stata spronata a credere nelle potenzialità di mia figlia. Dopo le prime, iniziali difficoltà, i risultati sono stati incredibili. Anna con la musica gioisce, si rilassa ed è felice, ed io lo sono insieme a lei”.

In questi giorni il Camper di Borgo Bambino, messo a disposizione dal Comune di Manfredonia, viene utilizzato solo per gli incontri individuali di Musicoterapia. Subito dopo Pasqua, girerà per le borgate di Manfredonia e si trasformerà in sportello itinerante per offrire consulenze psicologiche gratuite alle famiglie in difficoltà. A bordo del camper ci saranno le psicologhe de ‘Il Ruolo Terapeutico di Foggia’, impegnate anche in laboratori creativi e letture animate sulle emozioni.

“Per assicurare il perfetto rispetto delle norme anti-Covid –  aggiunge Barbara Torraco, responsabile del progetto Borgo Bambino – abbiamo siglato una convenzione con l’associazione Paser di Manfredonia, che con i suoi volontari garantirà l’assistenza costante alle attività del camper”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Borgo Bambino, Befana di musica e solidarietà

di

Sarà una festa di musica e solidarietà quella organizzata il prossimo 6 gennaio a Manfredonia da Borgo Bambino, il progetto multidisciplinare selezionato...

La musica per uscire dalla selva oscura

di

I versi di Dante Alighieri si mescolano alle voci di alcune mamme che grazie alla musica riescono a portare fuori dalla ‘selva...

Con Borgo Bambino la scuola ‘Don Milani’ di Manfredonia cambia look

di

Un orto didattico, un giardino dei cinque sensi, una stanza del cuore, un’aula magna ed una palestra completamente attrezzate. ‘Borgo bambino’, il...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK