Scheda Progetto

Soggetto Responsabile
Diocesi di Piazza Armerina

Localizzazione degli interventi
Gela, Niscemi, Mazzarino, Butera

Partenariato
Agesci Gela 4, Associazione Casa del Volontariato di Gela, Associazione Culturale Accademia di Arti Sceniche, Associazione Giosef Enna, Associazione scientifica e culturale senza scopo di lucro e a carattere internazionale Mediterranean Planners, A.S.D. Polisportiva Maktorion Sport, Centro Giovanile Musica ed Arte, Comune di Butera, Comune di Gela, Comune di Niscemi, Croce Rossa Italiana Comitato di Gela Onlus, Futuramente, Gruppo Archeologico Geloi, Istituto Comprensivo Statale S. Quasimodo di Gela, Istituto d’Istruzione Superiore Eschilo, MoVi Gela, Movimento Giovanile Macchitella Onlus, Parrocchia Sacro Cuore di Gesù, Polo Regionale di Gela e Caltanissetta e per i siti culturali – Parco Archeologico di Gela e Museo Archeologico, Pro Loco di Gela, Scuola Secondaria di I grado Statale ad Indirizo Musicale “Ettore Romagnoli”, Sezione Scout di Gela “Fabio Rampulla” Onlus, Shiplab, UniPro, Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza

Sintesi
L’intervento insiste su 4 comuni della provincia di Caltanissetta (Gela, Niscemi, Mazzarino e Butera) e mira a stimolare la costituzione di una comunità educante integrata e il potenziamento della dimensione educativa del territorio al fine di attenuare il rischio di esclusione sociale, prevenire il fenomeno dei Neet e contrastare la dispersione scolastica.

In modo specifico, saranno promosse attività di animazione nei comuni partecipanti e saranno realizzati, nelle scuole, percorsi formativi volti a stimolare gli adolescenti a acquisire nuove competenze e a prendersi cura di sé (educazione alimentare, benessere fisico, etc.) e degli spazi comuni (concorsi di idee, workshop, laboratori genitori-figli).

Saranno realizzate attività laboratoriali di sensibilizzazione alla legalità e di formazione sull’uso consapevole dei social network.

Inoltre, si prevede di costituire “youth centre”, ovvero luoghi polifunzionali d’incontro e d’acquisizione di competenze attraverso processi non formali e co-working.

Saranno avviati, inoltre, percorsi di empowerment della comunità educante e “laboratori della città” (analisi dello scenario attuale e futuro del territorio visto dalla prospettiva dei giovani).

I destinatari sono circa 2400 adolescenti della fascia d’età 11-17 anni residenti nell’area d’intervento e 1964 nuclei familiari.

The Youth City Factory

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK