A Gela la prima mostra DOVE HABITAT L’IMMAGINARIO è un successo. Adolescenti raccontano la città.

di

La ricerca di nuove idee e visioni del territorio girando per la città, scoprendone gli angoli più remoti ed immortalandoli grazie all’emozione di uno scatto. Questo l’obiettivo del laboratorio di Città e paesaggio, curato dall’associazione Mediterranean planners all’interno del progetto The youth city factory, da cui sono scaturite le 150 foto della mostra “Dove habitat l’immaginario”, inaugurata allo Youth center di Macchitella. Protagonisti dieci studenti del Liceo artistico “Majorana” e del Liceo delle scienze umane “Dante Alighieri” che hanno girato la città evidenziandone pregi e difetti, bellezze e brutture. Curatori della mostra Barbara Cucinotta, Elio di Raimondo e Andrea Iran: «Il nostro non è stato un laboratorio incentrato sulla tecnica – dichiarano – ma sulla sensibilizzazione, per stimolare nei ragazzi uno sguardo diverso sulle cose. Occorre osservare con profondità le cose di tutti i giorni per acquisire una nuova consapevolezza visiva». Per Angelo Cannizzaro, responsabile scientifico del laboratorio, la mostra rappresenta «il primo passo di una nuova consapevolezza dei ragazzi sul valore del paesaggio. Abbiamo bisogno di giovani che sappiano prendere in mano la città e autodeterminarsi». La mostra è stata inaugurata dal vicesindaco Terenziano Di Stefano. A partecipare alle attività del laboratorio gli studenti Sofia Ascia, Marta Bilardo, Aurora Ascia, Soledad Cordalonga, Aurora Beatrice Falcone, Flavia Lionti, Desirée Lombardo, Salvatore Romano, Lisa Saccuta e Cristina Varveri. Dai loro scatti sia la denuncia di aree in stato di incuria e abbandono ma anche la valorizzazione, attraverso la semplicità dell’immagine fotografica, di luoghi unici custoditi tra le vie della città. Il Laboratorio Città e Paesaggio è una delle azioni del progetto THE YOUTH CITY FACTORY, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile di cui è capofila la Diocesi di Piazza Armerina

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK