SPAZI APERTI: AL QUARTIERE OSTIENSE CON GLI SCATENATI

di

Da Ottobre Gli Scatenati, il centro diurno dedicato ai ragazzi e gestito dall’associazione Arpjtetto nel quartire Ostiense a Roma, hanno aperto le porte anche al pomeriggio, creando una connessione con altri due progetti: il dopo-scuola e Tutti a scuola.

L’idea nasce dalla necessità di garantire un servizio, quello pomeridiano, anche a chi non ha la possibilità di venire di mattina. Le attività pomeridiane mireranno all’integrazione dei diversi progetti, cercando, grazie al sostegno dei volontari, di sostenere il minore nel suo percorso, prescindendo dal motivo che lo porta qui.

L’appuntamento è per il lunedì pomeriggio dalle 15 alle 18 con attività di dopo scuola e laboratori creativi insieme ai volontari e agli operatori di Arpjtetto e il mercoledì pomeriggio insieme al Forum Ambientalista  con laboratori di riciclo e cura dell’orto. Tante le attività previste: l’alfabetizzazione, la lettura e la scrittura; il sostegno scolastico e l’orientamento; e poi le attività ricreative, come i corsi di riciclo e giardinaggio.

Ma chi sono Gli Scatenati? Ce lo racconta una operatrice di Arpjtetto, in un

Dialogo di fine estate

Ale: “ma esattamente cosa sono gli Scatenati?”

Manu: “sono i ragazzi che vengono qua la mattina”.

Ale: “no, aspe’ e perché non vanno a scuola questi?”

Manu: “ ma che ne so, mi sa che c’hanno mezzi problemi”.

Ale: “sì, perché io e te siamo normali invece.”

Manu: “no, ma che c’entra, da quanto ho capito loro sono obbligati a venire qua.”

Ale: “ sì, pure mia madre mi obbliga a venire qua, ma non è che sto a fa tutte ‘ste storie”.

Manu: “vedi che non capisci niente! Loro sono obbligati nel senso che il giudice gli ha detto che devono venire qua, prendere la III media, fare progetti e se tutto va bene a quel punto sono liberi.”

Ale: “ ah, so’ criminali! E lo potevi dire prima!”

Manu: “ ma quale criminali! Al massimo criminaletti.”

Ale: “ok, ok, non volevo offenderti. So che tuo fratello ha passato una roba simile, era solo per dire che per me non c’è niente di male. Nel senso che oggi è capitato a loro, ma sarebbe potuto capitare a me. Se fossi nato più sveglio, intendiamoci.”

Manu: “comunque la vera notizia è un’altra. Pare che staremo tutti insieme quest’anno.”

Ale: “MA-CHE-STAI-A-DI’”! Mi faccio insegnare tutte cose, tutti quei trucchi alla Bonnie e Clyde”!

Manu: “Bonnie e che? sta bono che se facciamo casini altro che Scatenati, mia madre mi fionda la chitarra dalla finestra e inizia a dire che devo fare il commercialista.”

Ale: “ ok, ok, mi sono lasciato prendere dalla fantasia. Ma come funziona? Cioè loro avranno altre cose da fare rispetto a noi, boh…noi abbiamo i compiti per il giorno dopo, professori che ci interrogano, note sul diario, roba ordinaria e noiosa insomma. E loro?

Manu: “ e che ne so! Qualcosa ci inventiamo. Insomma a 16 anni quanto puoi esser diverso?”

In copertina un’immagine tratta dalla pagina FB di Arpjtetto

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK