Viaggio intorno al mondo: l’Africa

di

Tempo fa i nostri Tikiri ci avevano promesso di partire per un lungo viaggio intorno al mondo. Ma dove siamo arrivati precisamente?

Esatto. Questo mese siamo in.. Africa!

Non a caso il programma di Tikiri s’intitola “Bimbi del mondo. Educare alla cittadinanza mondiale”. Imparare, divertendosi.
Ma cosa abbiamo imparato? E come?

  

Grazie ai laboratori di inglese abbiamo imparato il saluto in diverse lingue ripetendo insieme anche i gesti tradizionali tipici del posto. Sapevi che in alcune parti del mondo fare “si” con la testa equivale a una negazione? Scoprire come salutare correttamente un amico può evitare di commettere alcuni banalissimi errori!

 

I temi scelti per conoscere meglio l’Africa sono stati: Animals e Colours.
Come prima cosa è stato chiesto ai bambini quali animali conoscono, dimostrando che non tutti gli animali sono originari dell’Italia, anzi molti degli animali presenti nel nostro immaginario collettivo, come il leone per esempio, provengono da molto lontano.
Quindi da dove provengono questi animali? Dove vivono? 
Da un continente non molto lontano!
L’Africa abbiamo scoperto essere un continente caratterizzato da una moltitudine di ambienti (deserti, savane e foreste) oltre che una terra famosa per la varietà e l’unicità degli animali che la popolano, come leoni, leopardi, iene, sciacalli, giraffe, elefanti, rinoceronti, zebre, gazzelle, ippopotami, coccodrilli…

  

LE ATTIVITÁAnimals

L’attività motoria svolta è stata quella di mimare gli animali della savana ed è stato chiesto ai bambini di indovinare il nome (in inglese) dell’animale mimato, per poi mimarlo tutti quanti insieme con walking in the jungle in sottofondo. I bambini, oltre all’aver imparato a conoscere meglio l’Africa, si sono divertiti un mondo!
L’attività manuale, invece, è stata quella di costruire un totem (simulacro tipico di alcuni culti locali) con le immagini degli animali e/o dell’ambiente della savana utilizzando materiali diversi per ogni elemento in modo da evidenziarne le diverse consistenze (es: carta velina per le foglie).

LE ATTIVITÁColours

Il tema dei colori è stato affrontato mostrando diverse immagini di persone, ambienti e oggetti di colori differenti con I see something blue e Colours song of Africa in sottofondo.
L’attività motoria prende ispirazione dalla danza di benvenuto al villaggio della tribù Masai.  Consiste nel dividere i bambini in “tribù”, assegnare un colore a ciascun gruppo (es: blue) ed eseguire un movimento (es: jump), un solo gruppo alla volta a seconda di quello interpellato.  In questo modo i bambini imparano ad associare i movimenti al colore del proprio gruppo (es: blue jump).
L’attività manuale è stata invece “la ruota dei colori”, ovvero, un cerchio di cartoncino bianco diviso in spicchi colorati dove incollare diverse immagini in base al loro colore.

I laboratori interculturali di Tikiri permettono, invece, ai nostri bambini di avere l’opportunità di approfondire le diverse tradizioni e culture attraverso storie e fiabe tipiche. Durante questi laboratori ogni classe è libera di scegliere quale paese del continente studiato approfondire, in modo da scoprire insieme la bandiera, il piatto e il costume rappresentativo del posto.
In una classe i bambini hanno scelto l’Algeria, lo stato più grande dell’Africa. È stata, quindi riprodotta la bandiera, cercata la ricetta tradizionale del cous cous di carne e verdure,  e infine, scoperto che oltre al classico velo femminile, nella cultura “tuareg” è sopratutto l’uomo ad essere coperto, indossando il “Tagelmust”, per proteggersi dal caldo.

Ricapitolando, questo mese abbiamo imparato a conoscere meglio l’Africa. Ora non ci resta che domandarci dove ci porteranno ancora i nostri Tikiri? 

 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK