BACK TO WORK: al termine la special edition.

di

Thub06 si attiva da due anni su diversi canali che hanno in comune il sostegno alla genitorialità per quelle famiglie con bambini e bambine fino ai 6 anni d’età. Un sostegno che passa dalla possibilità di stare insieme con i propri figli negli snodi del progetto presenti su tutta Torino ma anche da quel tempo che i genitori decidono di dedicarsi per ripensarsi professionalmente. È il caso dei genitori che hanno partecipato al percorso Back to Work – Special edition che per la prima volta si è svolto a distanza tramite la piattaforma Zoom per garantire le distanze e la sicurezza dei partecipanti.

Anche questa edizione è giunta al termine e la fatica nel salutarsi è percepibile anche da dietro uno schermo.  Dopo aver accolto le storie, i racconti, le esperienze lavorative precedenti sono emerse anche la potenzialità del gruppo, la fragilità, la creatività e l’energia delle persone che hanno avuto la determinazione di affrontare un percorso impegnativo dopo una pandemia. Se già normalmente è complesso guardarsi allo specchio senza giudicarsi e avere il coraggio di andare oltre e affacciarsi per vedere cosa avverrà dopo, in questo particolare momento storico, Back to work ha dato spazio a pensieri e progetti che hanno risentito dell’isolamento facendo emergere molte domande e dubbi su come si evolverà il lavoro nei prossimi anni.

Un percorso breve, ma ricco ed efficace finalizzato alla costruzione di un progetto professionale e alla valorizzazione dell’esperienza della genitorialità come elemento di pregio e non ostacolo al lavoro. Dalla mappatura di tutti gli aspetti del talento di ogni partecipante a quelle acquisite nel corso degli studi scolastici e delle esperienze professionali ma soprattutto di tutte quelle apprese grazie all’essere genitori. La genitorialità è ricchezza di competenze spesso non riconosciute in primis dai genitori stessi che non riescono a vedere e a metabolizzare la loro crescita e la loro forza.

Molto spazio è stato dedicato all’importanza della ricerca dell’equilibrio tra il proprio talento e il bisogno intercettato nella fase di esplorazione sul mondo del lavoro oggi più che mai in totale trasformazione: una ricerca in grado di elaborare la proposta di valore di ciascuno.

Ognuno dei partecipanti ha una storia da raccontare, una professionalità da esplorare, consolidare e a  volte riscoprire. Un sogno da concretizzare in progetto o un’idea ancora in bozza che lentamente sta prendendo vita e sta mettendo radici. Il metodo di Piano C Work Design, ripensato con un focus sulla genitorialità in questa fase della pandemia, è stato un prezioso strumento in questo lavoro di sostegno alla metamorfosi. Anche in questa edizione è risultata come sempre fondamentale la dimensione del gruppo in grado di offrire a tutti i partecipanti quel confronto continuo e costante in grado di permettere un rispecchiamento nello sguardo degli altri e di vedersi con un po’ più di serenità condividendo il coraggio di dare finalmente ascolto al proprio progetto professionale.

In bocca al lupo a Sabina, Barbara, Sara, Nadia, Merida, Cedric, Ioana Maria e a Sabrina per i loro progetti professionali e per la loro avventura da genitori.

CONTATTI
Liberitutti scs
Via Lulli 8/7, Torino 10148
tel. 011.19741757
thub06@coopliberitutti.it
http://www.coopliberitutti.it/thub06/ 
https://www.facebook.com/thub06/

Piano C

ASS. PIANO C

dillo@pianoc.it
http://www.pianoc.it/

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK