Diaframma, mimica e dizione – San Salvo #3

di

Come “Terra che emoziona” siamo alla terza video lezione, di questo “particolare” anno scolastico. Continuiamo a parlare della respirazione poi, come anticipato nella seconda video lezione, faremo alcuni esercizi divertenti di mimica e dizione.

Per quanto riguarda la respirazione parliamo della  laringe e del diaframma, mimica e dizione.

Clicca e segui la video lezione:

 

LA LARINGE

E’ l’organo importante nella fonazione poiché è sede delle corde vocali. Si trova tra la faringe e la trachea. E’ costituita da una serie di cartilagini, una delle quali l’epiglottide è ribaltabile e, nella deglutizione, agisce come un coperchio chiudendo la comunicazione fra la faringe e la laringe.

IL DIAFRAMMA

E’ il muscolo principale della respirazione, a forma di cupola, separa la cavità toracica da quella addominale. La faccia superiore è conversa, quella inferiore concava. E’ un muscolo involontario ma la sua azione può essere modificata dalla volontà. E’ un muscolo inspiratore: quando inspiriamo, il diaframma si abbassa aumentando il volume della cavità toracica dando, in tal modo, la possibilità all’aria di entrare in maggiore quantità nei polmoni. Tornando nella sua posizione originaria, fa in modo che l’aria esca dai polmoni.

Oltre alla sua funzione di muscolo inspiratore, il diaframma interviene anche in altri atti fisiologici e cioè nel riso sardonico, nel singhiozzo, nella defecazione, nel vomito, nel parto e derivante gli sforzi.

Nelle due fasi della respirazione quella che può essere maggiormente controllata dalla volontà è l’espirazione.        

L’insieme delle funzioni respiratorie è regolato da alcuni particolari centri nervosi che si trovano nel cervello (bulbo cerebrale). Da tali centri partono anche, in particolari condizioni, degli stimoli meno frequenti che determinano alcuni atti respiratori particolari come: TOSSE – SINGHIOZZO – SOSPIRO – SBADIGLIO. 

MIMICA

Adesso facciamo alcuni esercizi di mimica:

FACCIALE: mettetevi davanti allo specchio e cercate di fare movimenti strani con la bocca e con gli occhi…. i vari stati d’animo: felice, triste, contento, ecc…  Poi fate i versi: mucca, pecora, cane, ecc…

CORPORALE: Sempre davanti allo specchio cercate di rappresentare gli stessi animali con il corpo…. Oppure potete rappresentare, ciò che abbiamo sempre fatto a scuola: l’albero… Vi mettete davanti allo specchio e rappresentate un albero.

Prima con tutto il corpo il tronco, poi con le braccia i rami, con le dita delle mani le foglie… poi il vento fa muovere le dita foglie, le braccia rami e il corpo tronco… Poi il vento diminuisce di intensità e l’albero si ferma di dondolare e resta immobile…    

DIZIONE

Esercizi di dizione, iniziamo con gli sciogli lingua:

  • Sopra la panca, la capra campa; sotto la panca, la capra crepa.
  • Trentatré trentini andarono a Trento tutti e trentatré trotterellando.
  • Tigri contro tigri.
  • Tre tigri contro tre tigri.
  • Tre tozzi di pan secco in tre strette tasche stanno.

Ripetere questi esercizi sempre più in fretta.

Vi  diamo , io e Nicola, un   grosso   abbraccio,   virtuale,   a   tutti   e   VI   AUGURIAMO  BELLISSIME VACANZE A VOI E A TUTTI I VOSTRI CARI !!!

A PRESTO !!!! CIAO !!!

Compagnia Teatro Sperimentale Bevilacqua

 

Hai perso la video lezione precedente?
Clicca qui: La respirazione, teoria ed esercizi da San Salvo #2

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK