Orto terapia e ricette di Rosa ed Erik

di

Orto terapia, storytelling e ricette: l’articolo di Rosa e Erik.

Stampando le magliette con elementi naturali.
Rosa – La mia maglietta è un capolavoro magnifico. Perché prima stavo usando il riccio ma pungeva e la prof.ssa Serana mi ha consigliato una foglia grande a forma di cuore. (Erik dice: la prof.ssa Serana è come Milly Carlucci).

Erik – ho fatto delle magliette meravigliose; mi piacciono le foglie, i ricci, i cappuccini delle ghiande. Ho stampato con i colori: rosa, verde, giallo, blu, nero, marrone. C’erano delle polveri sottili e magiche come le bolle di sapone di Gardaland ( nel senso che è stata un’ attività giocosa ).
Come abbiamo fatto a stampare le magliette? Non ve lo diciamo perché è un segreto.

 

Combattendo il formicaio nell’orto.
Un altro giorno abbiamo tolto la terra per le formiche: cioè era tutto un formicolio e le formiche ci facevano i dispetti alle mani e si mangiavano anche le piante. Ma non solo le formiche si mangiavano le nostre piante … anche gli alieni. Avvistati a San Polo. E poi è venuta anche Celeste a mangiare le piantine ( questa è come una barzelletta).

Poi abbiamo piantato altre 12 piantine: nocciola (come quella della Nutella), Budleia, peperoncino, zafferano (è un fiorellino viola con il polline rosso), la salvia, rosmarino, fragoline e anche malva.

Rosa – Adesso vi parlo del mio nocciolo. Il nocciolo è una piantina che nasce per esempio in Africa e questa piantina quando cresce, arrivano i contadini che coltivano le nocciole e le portano nella fabbrica. Lì le mescolano con il cacao (caos- ride) e fanno la Nutella. Per mettere la pianta ho scavato la buca con il badile, poi ho tolto la pianta dal vaso, l’ho messa nella buca e con la terra ho sistemato le radici.

 

Cucina.
A me piacciono molto le piantine e quando ero in prima ho fatto i peperoni. A casa faccio anche la peperonata. Ma delle piantine che abbiamo piantato uso anche la salvia, il rosmarino, il basilico.
E adesso vi parlo della mia ricetta per la focaccia tirolese perché usiamo anche le cose dell’orto
per farla.

“La Focaccia tirolese” Ingredienti per 22 persone:

  • 1kg di farina00
  • 1l di olio
  • 2 bustine di lievito
  • 10g di sale fino
  • 250 ml di acqua

Procedimento:

  1. Montare la farina a fontana come vulcano.
  2. Mettere l’acqua nella farina, poi metto l’olio , il sale fino, bustine di lievito e il sale grosso.
  3. Prendere la teglia e la carta da forno e mettere l’olio nella carta forno
  4. Impastare la farina: prima con la forchetta raccolgo la farina pian pian pianino, poi con le mani impasto e alla fine stendo la pasta nella teglia schiacciandola con le mani.
  5. sopra metto una manciata di sale grosso e poi metto in forno per un’oretta. 180 o 200 gradi.
  6. Quando sarà croccante sarà buonissima.
  7. Taglio le cipolle e le zucchine a metà, prendo la padella metto un goccino di olio, poi le salto e alla fine metto le erbe aromatiche (rosmarino, basilico, salvia, malva).
  8. Così i miei compagni assaggiano la mia focaccia tirolese e danno i voti da 0 a 10

Saluti da Rosa

P.I.R. Post Industriale Ruralità

Leggi anche: Idroponica, orto terapia e lana al Mantegna di Brescia

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK