Festival L’incanto della T.E.R.R.A. a Cittadella Cielo

di

10 e 11 Ottobre 2019, appuntamento nel cuore spirituale e pulsante di Nuovi Orizzonti: la Cittadella Cielo di Frosinone di Chiara Amirante. Due giorni d’incontro e d’incanto. Momenti di festa, confronto e accoglienza: questo è stato il Festival “L’INCANTO DELLA TERRA”. Un’occasione di ritrovo tra giovani, famiglie, insegnati e l’intera comunità; per mettersi in gioco sul grande tema dell’educazione. Un evento straordinario per disseminare le attività dei due progetti dedicati alla povertà educativa e al contrasto al gioco d’azzardo, nei quali Nuovi Orizzonti ne è capofila. 

Il 10 ottobre si è svolto il primo giorno del Festival celebrando il “Progetto T.E.R.R.A.” (Talenti Empowerment Risorse Reti per gli Adolescenti), dedicato al contrasto della povertà educativa e dell’abbandono scolastico. Un progetto finanziato da Impresa Sociale Con I Bambini nell’ambito del bando Adolescenza 2016 e attuato da “Insieme Verso Nuovi Orizzonti Onlus”, in partenariato con 38 associazioni ed enti locali, in 6 diverse regioni italiane. A fare da cornice i tanti sorrisi dei ragazzi coinvolti, provenienti dalle scuole medie e superiori di vari istituti di Frosinone e provincia.

La mattinata li ha visti operativi nei workshop dedicati alle Officine della T.E.R.R.A.: sport, teatro, arti e mestieri per scoprire e rivalutare il territorio in cui si vive. Contemporaneamente alle loro attività, gli adulti erano coinvolti nella Conferenza “Comunità educante e alleanze educative – imparare dalla scuola di ieri per immaginare la scuola di domani”. 
Il pomeriggio spazio alle tradizionali musiche popolari della Ciociaria. Altri istituti della provincia di Frosinone si sono recati a Cittadella Cielo con strumenti e vestiti tipici ciociari, esibendosi con performance teatrali e musicali. A fare da contorno l’intrattenimento del gruppo HerniCantus, premiato per l’impegno nella promozione del territorio, del patrimonio musicale e delle tradizioni Ciociare.

Il giorno 11 ottobre, secondo appuntamento in Cittadella Cielo per celebrare la chiusura del Progetto “Punta In Alto!” dedicato alla prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo in 19 scuole di 10 regioni d’Italia. Il progetto “Punta In Alto” , si conclude tropo oltre un anno di lavoro; si tratta di un progetto realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero Del Lavoro e delle Politiche Sociali per l’annualità 2017 a valere sul fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore di cui all’art. 72 del Decreto Legislativo N° 117/2017.

Oltre ventimila studenti raggiunti attraverso programmi di formazione per operatori e docenti in aggiunta a giornate nelle scuole dedicate alla prevenzione dei giovanissimi. Circa 200 gli studenti provenienti da diversi istituti superiori di varie città: L. Pilla di Campobasso, L. Galvani di Giugliano in Campania, Duca di Buonvicino di Napoli, G. Sulpicio di Veroli, Baronio di Sora e A. Volta di Frosinone. La mattinata è stata occupata dalla conferenza: “A scuola di emozioni. Intelligenza emotiva e prevenzione dalla dipendenza da gioco”, nella quale si è dato risalto al tema della didattica delle emozioni con un focus sull’analisi  dei dati raccolti in questo anno. I ragazzi delle scuole ospitate invece, sono stati coinvolti fino all’ora di pranzo in momenti di animazione, nei quali hanno portato la loro preziosa testimonianza di progetto. Nel pomeriggio l’attenzione è tutta per la visione del film “Una nobile causa”, la testimonianza di Giorgio Careccia (attore protagonista nel ruolo di un ludopatico) e Diego Florio: entrambi operatori a Campobasso, con laboratori teatrali in aula. Due momenti di formazione dedicati a educatori, docenti e genitori, concludono la giornata dell’11 ottobre: “Intelligenza emotiva e didattica delle emozioni” tenuto dalla Prof.ssa E. Treglia e “La sfida di educare nell’era digitale” con il Prof. A. Ricci. Altre due sale di Cittadella risuonano di note e risate: sono i bambini delle scuole primarie di Frosinone impegnate con il saggio di musica “P.R.I.M.A. … la musica!” da una parte, e la premiazione del Progetto “Ice Cream for a Dream” dall’altra.

Oltre 600 studenti coinvolti in due giorni: più di 150 iscritti alle conferenze e ai momenti di formazione delle due giornate, di cui 90 docenti. Incalcolabile, il numero di sorrisi e di cuori aperti alla gioia che abbiamo incontrato e raggiunto.

Di Elsa Terenzi

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK