Mostra del Cinema premiato il corto Fermata Prealpino

di

Alcuni frame del video premiato "Fermata Prealpino"

Mostra del Cinema di Venezia premiato il corto “Fermata Prealpino” COMUNICATO STAMPA

Il video “Fermata Prealpino” vince il 1° premio  all’INTERNATIONAL AUDIOVISUAL AWARDS PER REGISTI E FILMMAKER nell’ambito della 76° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
Residenza IDRA, Fabbrica Sociale del Teatro e Liceo Scientifico A. Calini vincono il primo premio con il progetto curato da Nicola Zambelli realizzato in collaborazione con T.E.R.R.A e Musil – Museo del ferro di Brescia. La premiazione il prossimo 7 settembre a Venezia. 

Siamo ad 1 anno dall’avvio dei laboratori del PROGETTO T.E.R.R.A. (TALENTI EMPOWERMENT RISORSE E RETE PER GLI ADOLESCENTI – SELEZIONATO DA IMPRESA SOCIALE CON I BAMBINI NELL’AMBITO DEL FONDO PER IL CONTRASTO DELLA POVERTA’ EDUCATIVA – BANDO ADOLESCENZA 2016), un progetto nazionale a cura dell’associazione Insieme Verso Nuovi Orizzonti Onlus” di cui Residenza IDRA è capofila regionale. Parliamo di un tassello del progetto che raggiunge un nuovo traguardo. All’interno di contesto storico e rinomato per l’Italia: quello della Mostra del Cinema di Venezia, che ha visto quest’anno anche “piccoli” protagonisti.

All’interno del percorso formativo avviato in collaborazione con numerosi istituti superiori di Brescia e provincia, figura il laboratorio didattico a cura del videomaker bresciano Nicola Zambelli. Un laboratorio promosso dall’Associazione Fabbrica Sociale del Teatro. Un gruppo di studenti e studentesse del Liceo Scientifico Annibale Calini di Brescia, hanno così realizzato un video-documentario sul Museo del Ferro del Musil Brescia – Sistema Museale dell’Industria e del Lavoro.

In primo luogo, grazie al laboratorio “La TERRA che crea” è stato possibile fare un viaggio nel tempo al fine di riscoprire le radici e la storia della città di Brescia. Attraverso un percorso formativo sul linguaggio audiovisivo, è stato realizzato un video con la tecnica dello storytelling. Evidenziando il rapporto tra uomo, storia e lavoro dal titolo: “fermata prealpino”.
A seguito della presentazione del video “Fermata Prealpino” in occasione del Festival T.E.R.R.A., svoltosi lo scorso 31 maggio 2019 negli spazi di Residenza IDRA/MO.CA Centro per le Nuove Culture, lo stesso lavoro è stato candidato all’International Audiovisional Awards per Registi e Filmmaker. Un premio dedicato ai video che meglio rappresentano il contributo del Cinema nei diversi momenti di formazione. Anche opere e video funzionali ai programmi formativi in ogni ambito e livello. Così come esperienze ed esperimenti di corsi multimediali dedicati al Cinema ed alla Multimedialità.

È fresco di poche ore, l’annuncio arrivato da Lugano da parte di Loretta Guerrini: presidente della Fondazione Filmagogia. La quale comunica la decisione della “Giuria Internazionale dei Premi Filmagogia 2019”, di attribuire all’opera “fermata prealpino” il 1° Premio per Cinema e Formazione.

La cerimonia di premiazione si terrà il giorno 7 Settembre prossimo alle ore 11.30, presso lo Spazio Regione Veneto all’Excelsior di Venezia Lido nell’ambito della 76° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Per tornare al punto, Maria Luisa Venuta, che ha seguito l’attività per conto del Musil Brescia, comunica quanto segue:

“Questo premio è il risultato di un ottimo lavoro di squadra. Far rete con il territorio, coinvolgere i giovani e le realtà scolastiche e culturali in uno stretto rapporto di collaborazione, sono per Fondazione Musil elementi strategici. Affinché le sue sedi museali siano vissute in modo inclusivo e partecipato. Lo sguardo “stupito” dei ragazzi del Liceo Calini sotto la guida di Nicola Zambelli ci ha permesso di poter essere qui oggi e di poter avere uno strumento di comunicazione del museo del ferro innovativo e di elevato livello qualitativo.”

Guarda il video vincitore del primo premio, cliccando su questo link: https://vimeo.com/332325855/a6c27bff60.


Scarica il COMUNICATO STAMPA – versione PDF

Leggi anche: “Fermata Prealpino: il corto dei ragazzi del Calini di Brescia prende vita.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK