Festival a Boville: la TERRA si racconta con teatro, sport, musica e antichi mestieri.

di

Officina Terra che suona

Si è svolto l’8 Giugno scorso l’evento la T.E.R.R.A. si racconta – crescere in musica presso l’Istituto Comprensivo di Boville Ernica (Fr). L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto T.E.R.R.A. (Talenti Empowerment Risorse Reti per gli Adolescenti) promosso da CON I BAMBINI Impresa Sociale e presentato dall’Associazione Insieme Verso Nuovi Orizzonti Onlus. Quattro le officine attivate in questi primi mesi: teatro, musica popolare, sport e movimento, arti e mestieri e che hanno visto l’esibizione di quanto realizzato, proprio in questa giornata.

L’officina teatrale ha realizzato una performance che simulasse la battaglia di Bauco, avvenuta nel 1861. Bauco fu teatro di avvenimenti bellici, tra le forze piemontesi e le bande di resistenza borboniche, considerati dei briganti. La performance ha ripercorso in maniera breve, ironica, e dopo aver ascoltato le parole dello storico di Boville Luigi Liberati, la suddetta battaglia attraverso poche battute scritte per la circostanza e mediante simulazioni di battaglia in cui i ragazzi si esprimevano con il loro corpo attraverso delle azioni sceniche.

L’officina terra che suona: musica popolare, ha guidato i ragazzi nella riscoperta delle nostre musiche popolari per la ripresa delle tradizioni e degli usi locali e quindi una riscoperta delle nostre radici e della nostra cultura, attraverso l’interpretazione (in musica, canto e ballo) della Ciociara, Maria Nicola, saltarello ciociaro e stornelli ciociari, regalando momenti di intensa partecipazione nei familiari e nei curiosi giunti ad applaudire.

I ragazzi che hanno aderito all’officina arti e mestieri hanno intrapreso un percorso didattico e sperimentale volto alla scoperta degli antichi mestieri, come elemento di spunto e di ispirazione sono stati presi in esame artisti di fama internazionale che oltre ai pennelli e tela, utilizzano materiale di scarto per realizzare opere artistiche pregiate. Gli studenti hanno, in questa occasione, illustrato e presentato l’opera realizzata: “lo scardalana”.

L’ultima esibizione è stata quella dell’officina sportiva che attraverso giochi di squadra, simulazioni sportive, ci ha ricordato quanto importante sia questa disciplina, ancor più lo stare insieme e lo spirito di cooperazione.
I più sentiti ringraziamenti per la collaborazione e la professionalità dimostrata vanno agli operatori delle associazioni coinvolte: INSIEME VERSO NUOVI ORIZZONTI ONLUS (officina sport e movimento), TEATRO LABRYS (officina teatrale), IL MOSAICO (officina arti e mestieri), BOVILLE: LIBERTA’ E’ PARTECIPAZIONE (officina musicale), alla docente referente del progetto Nunzia Scarano , alla Dirigente Scolastica Prof.ssa Nisia Bianchi e a tutti i ragazzi che con entusiasmo e successo, hanno aderito.

Referente regionale Vanessa Palmigiani

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK