I libri preferiti dei ragazzi a Brescia.

di

Il progetto si sta svolgendo con 4 scuole superiori bresciane (Liceo Calini, Liceo Capirola, Istituto Superiore Andrea Mantegna, tutti nella Città di Brescia e Istituto Superiore V. Capirola di Ghedi). Pur essendo aperto a tutta la popolazione i partecipanti sono stati per la stragrande maggioranza studenti delle classi prime.

Alcuni step necessari ad un corretto approccio al progetto da parte di chi ha aderito: primo incontro presso le scuole in cui abbiamo presentato il progetto e spiegato le finalità, e introduzione alla tematica del come si effettua la critica di un testo.
Durante il primo incontro,  abbiamo somministrato un questionario a tutti i partecipanti per cercare di rilevare i gusti letterari dei singoli e la loro propensione alla scrittura. Tale questionario, supportato da un colloquio personale, ci ha permesso di individuare i principali interessi dei ragazzi e quali potessero essere i generi più conosciuti.

Una volta raccolti i dati e tracciato una panoramica generale delle tendenze, si è svolto un esercizio di analisi e critica di due testi molto differenti, fatti leggere a due ragazzi e poi analizzati insieme in una modalità interattiva. I testi scelti sono stati un racconto di Kafka (“Fratricidio”) e una selezione tra le più belle pagine di “Le città invisibili” di Calvino.
I ragazzi hanno potuto sperimentarsi nell’analisi del testo e nella individuazione dei punti di forza e di debolezza di una possibile messa in scena.

Al termine dell’incontro con tutte le scuole abbiamo scelto i libri da dare in lettura.
I titoli selezionati sono stati i seguenti:

  1. “Stardust” di Neil Gaiman – Un fantasy scelto per incontrare i gusti più in voga tra i ragazzi
  2. “Molto forte, incredibilmente vicino” di Jonathan Safran Foer – Un libro più impegnativo ma con temi importanti e molti contenuti emozionanti
  3. “Le vergini suicide” di Jeffrey Eugenides – Un libro che può dare spunti di riflessione soprattutto alle lettrici femminili


Durante i secondi incontri (in corso in questi giorni) raccogliamo le impressioni dei ragazzi e li aiutiamo a scegliere uno dei tre libri. Nelle due scuole incontrate (Calini e Mantegna) ha vinto (come prevedibile) “Stardust” ma con una buona parte della platea orientata sugli altri due libri. Le riflessioni scaturite sono state molto interessanti e spesso profonde, dando a noi la convinzione che il tentativo di “alzare la posta” con libri più complessi ha colto nel segno su alcune persone.

La scelta del libro è stata comunque effettuata guidando i ragazzi in un’analisi dei testi e delle loro somiglianze strutturali e contenutistiche. Successivamente si è aperto anche un interessante dibattito in cui le varie fazioni cercavano di perorare la causa del loro libro preferito. Al termine dell’incontro si è spiegata la struttura della critica che ci aspettiamo e che verrà utilizzata come base per l’adattamento.

 

Risorsa libri in comunità #terracheprogetta – Residenza IDRA
di Giambattista Scheppati

Photo di copertina by Jonas Jacobsson

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK