Il volontariato per noi – I care

di

Il volontariato è impegno, presenza, dono. Queste sono le caratteristiche in cui, ogni giorno, chi sceglie di fare volontariato non può non credere. I volontari che collaborano all’interno del progetto S.P.E.R.A., ne condividono pienamente gli obiettivi e i valori e li portano con sé nell’incontro con i bambini e le loro famiglie.

Ci sono luoghi, in cui tu entri con la convinzione di essere tu a poter dare qualcosa, a metterti al servizio del tuo prossimo… Ma poi ti rendi conto che, da quella relazione, alla fine sei proprio tu ad uscirne arricchito.

La realtà del progetto S.P.E.R.A. mi ha da sempre attratta e affascinata, perché rappresenta una grande opportunità per il territorio in cui io abito. Ho iniziato la mia esperienza nel contesto scolastico e -confesso- non con poca paura… Poi, però, mi sono fermata e mi sono detta che, prima di dare e pensare a cosa dare, potevo semplicemente stare ed esserci, così come sono, così come posso, per scrivere insieme un pezzo di questa grande storia di bellezza”.

(Lucia, volontaria di “Lab-Oratorio”)

Essere volontaria mi lascia lo spazio per costruire il mio voler essere e voler fare; viene così meno quella parte di dovere che tipicamente si sperimenta nelle relazioni del contesto lavorativo. Incontro e accolgo il ricco mondo dei bambini, i loro disegni dai colori sempre accesi sono finestra da cui entrare, il loro sorriso ed il loro “Buongiorno”, motivo per ritornare.”

(Flora, volontaria di “Uno spazio per noi”)

Non importa dove, se al carcere o a scuola, ma come. “Ci vuole un cuore largo per fare il bene” recitava il fondatore dell’Istituto Palazzolo Beato Luigi Maria Palazzolo. Aggiungeremmo: ci vogliono radici, affinché sia saldo l’impegno preso; ci vuole una mente aperta, pronta a sospendere il giudizio; un sorriso per accogliere e raccogliere le storie più fragili.

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK