Minori e difficoltà nella pandemia – Parte la promozione del progetto con i genitori

di

 

“I bambini di oggi sono più puliti, forse più sani, magari più seguiti e sicuramente più protetti di quelli di 50 anni fa.

La verità è che tanti di loro non hanno la possibilità di essere bambini. Le esigenze dei bambini e la loro natura di essere bambini sono state immolate sull’altare della sicurezza, per la tranquillità dei genitori e in nome dell’ordine generale. I danni sono gravi e potrebbero essere devastanti: il lockdown e l’emergenza sanitaria che tuttora viviamo non fanno che peggiorare la situazione, rendendo i bambini e le bambine sempre più marginali e invisibili”. L’allarme è lanciato dal Pedagogista Novara.

Il Progetto SME, ha raccolto l’elemento di allarme ed ha avviato con i Referenti Regionali la fase di promozione, nei territori coinvolti, con i rappresentanti dei genitori nelle scuole partner. Entro la fine dell’anno sarà possibile, in ogni sede del progetto, presentare il progetto al territorio in forma pubblica con le istituzioni locali, con le forze del terzo settore, con le scuole e soprattutto con i genitori che sono i destinatari di questa parte del progetto.

Ti potrebbe interessare

VALUTAZIONE D’IMPATTO DEL PROGETTO SME: DOPO PASQUA LA SECONDA FASE

di

Dopo le vacanze di Pasqua, si aprirà la seconda finestra di somministrazione dei questionari utili per la valutazione d’impatto del Progetto SME....

IN PUGLIA PARTITI I CLUB DI SCACCHI

di

Situazione felice in Puglia per ciò che concerne la ripresa delle attività nelle scuole del Progetto SME. Ad ottobre, con la ripresa...

IN CAMPANIA BOOM DI STUDENTI COINVOLTI NEL PROGETTO

di

In Campania, fin dalla ripresa del nuovo anno scolastico, le attività sono iniziate a pieno regime per ciò che concerne l’attività curriculare,...