Progetti per il futuro con l’Associazione Le Torri di Pavia

di

Scelte formative e gioco degli scacchi per imparare a diventare grandi

Una volta era la bussola, oggi è Google Maps a indicarci spesso il percorso per arrivare a destinazione. Non in tutte le circostanze, però, questi strumenti sono sufficienti a orientarsi. Se in gioco, infatti, ci sono la formazione e il futuro dei giovani la strada può farsi più complicata e la presenza di una guida che li aiuti a muoversi può essere fondamentale. Con lo scopo di supportare e facilitare la scelta della scuola superiore, l’Associazione Le Torri di Pavia, nell’ambito del progetto “Scuola al centro”, propone un percorso laboratoriale dedicato agli studenti della Scuola Secondaria di Primo grado. Il progetto si snoda  nei tre anni scolastici durante i quali i ragazzi hanno modo di acquisire le strategie per affrontare una scelta e di conoscere l’offerta formativa del territorio anche grazie agli incontri frontali di informazione orientativa e all’utilizzo di materiali di supporto. Il percorso prevede moduli e obiettivi diversi per ognuna delle tre classi. Ad Aprile 2019 si è conclusa la prima fase del percorso che ha coinvolto oltre 90 studenti delle classi 1^ delle scuole secondarie di primo grado IC di via Scopoli Pavia e IC di Certosa di Pavia. Il secondo modulo partirà il prossimo A.S. I giovani arriveranno alla scelta più consapevoli e con un bagaglio più ricco, pronti a ripartire per un’altra bella avventura.

L’Associazione Le Torri di Pavia ha pensato anche a come combinare nelle scuole educazione e didattica con svago e divertimento. Non è difficile, basta muovere le pedine giuste. E come se non con il gioco degli scacchi?! Uno sport mentale che allena al ragionamento e affina le capacità logiche e deduttive. Da qui l’iniziativa dell’Associazione: “Laboratorio di scacchi”. Con questa disciplina gli alunni possono acquisire una maggiore capacità di concentrazione e potenziare le caratteristiche elaborative del cervello, come sottolineato dal Protocollo di intesa CONI-MPI del 12/02/1997. Divertimento, sviluppo mentale, formazione del carattere e della coscienza sociale: ogni mossa sulla scacchiera è un passo verso ciascuno di questi obiettivi. Un gioco che consente anche di prevenire un problema serio, il bullismo: la funzione socializzante consente di sperimentare nuove relazioni sociali in un contesto educativo in cui vige il principio dell’uguaglianza.

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Cantami una storia

di

In aula, nuovi cantastorie crescono “Cantami una storia” è l’originale iniziativa didattica realizzata dall’Aps Educhè di Luca Fiocca esperto di tecniche di...

Co-progettare beni comuni scolastici con i bambini

di

Co-progettare beni comuni scolastici con i bambini: approccio, metodi, strumenti di Marco Cau e Viola Petrella Continua l’esperienza del progetto Scuole al...

La Scuola ci appartiene: un percorso partecipato di rigenerazione di spazi scolastici

di

La Scuola ci appartiene: un percorso partecipato di rigenerazione di spazi scolastici di Marco Cau e Viola Petrella Questo post documenta l’avanzamento...