Didattica a distanza: una guida agli strumenti digitali

di

Foto da Pixabay

Nel corso di questi ultimi due mesi e mezzo a causa dell’emergenza Covid-19 ci siamo dovuti adattare a una molteplicità di cambiamenti tra cui la chiusura delle scuole e l’avvio della didattica a distanza.

Questa nuova modalità di fare scuola ha richiesto ai genitori un grande coinvolgimento nella vita scolastica dei propri figli e figlie. Per supportarli nelle diverse sfide tecnologiche della didattica a distanza i genitori, soprattutto quelli di bambine e bambini più piccoli, si sono ritrovati a dover interpretare, non senza difficoltà, il ruolo di “tecnici informatici”.

Per stare vicino ai bambini, alle famiglie, alla scuola e a tutta la comunità educante in questo delicato periodo il progetto S.C.AT.T.I. ha avviato una serie di attività mirate all’emergenza. A Milano la Cooperativa Comunità del Giambellino, nell’ottica di costruire un’alleanza tra scuola, famiglie e territorio, ha avviato uno “sportello telefonico” di supporto alle famiglie nella gestione della didattica a distanza. Ad oggi, attraverso un form che la Cooperativa ha preparato per gli insegnanti delle scuole del territorio e alle richieste ricevute su un numero telefonico a loro dedicato, sono arrivate oltre duecento segnalazioni. Le richieste e i bisogni delle famiglie sono state vari e diversificati; come accedere al registro elettronico, come poter scaricare e iscriversi alle diverse piattaforme messe a disposizione delle scuole, come compilare e inviare i compiti online e molto altro ancora. Grazie al lavoro degli educatori, al coinvolgimento di mediatori linguistico-culturali e alla continua collaborazione con gli insegnanti si è cercato di permettere alle famiglie di avere informazioni e soluzioni chiare e precise.

Forti da questa esperienza si è pensato di creare, in collaborazione con Save The Children, una breve raccolta di link e documenti che speriamo possa esser di supporto a tutti i genitori nella risoluzione di problemi legati agli strumenti più in uso nella didattica a distanza.

 

Articolo a cura di Claudia Bologna, educatrice, Cooperativa Comunità del Giambellino

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK