“Rob.in”, al via le attività estive per prevenire la povertà educativa minorile a Cerignola

di

Hanno preso il via ieri pomeriggio con il primo laboratorio di skateboard le attività di “Tempo d’estate”, l’iniziativa promossa da ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce, nell’ambito del progetto Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Le attività del Centro Estivo si svolgono presso il CERCAT di Cerignola (Via Urbe, angolo Via La Spezia), sia negli spazi aperti gestiti in via esclusiva da ESCOOP sia negli impianti sportivi di proprietà del Comune di Cerignola, tra i partner del progetto.

Il pomeriggio è stata caratterizzato dalle prime iscrizioni dei ragazzi a cui è rivolto il progetto “Tempo d’Estate” che – in continuità con la finalità di Rob.in – ha l’obiettivo di prevenire e contrastare la povertà educativa minorile anche nel periodo estivo attraverso attività ludiche capaci di attrarre i minori a rischio di abbandono scolastico e creare con loro relazioni di fiducia e partecipazione. Per questo, nei mesi di luglio, agosto e settembre, dal lunedì al venerdì – dalle ore 16.00 alle ore 19.00 – sono in programma attività ludiche completamente gratuite aperte ai minori del Quartiere Torricelli e di altri quartieri della città di Cerignola. Le attività rientrano nei Laboratori per il recupero della socialità ed educazione motoria, in particolare: Laboratori di Skating, Pattinaggio artistico e Ballo, Calcio, Pallavolo.

Le attività sono gratuite. Per iscriversi occorre contattare la segreteria del CERCAT al numero 393.9601483 dal lunedì al venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00. «Lo scopo di tali attività è quello di non perdere i contatti con i ragazzi in povertà educativa che meno possibilità hanno nel periodo estivo, per accompagnarli poi a settembre, con la ripresa delle attività in  laboratori di sostegno scolastico, orientamento allo studio e al lavoro finalizzate al potenziamento delle competenze e all’accompagnamento, ad un anno scolastico che – si spera – sarà in presenza» dicono da ESCOOP.

Per quanto riguarda il progetto che si sta sviluppando nei comuni pugliesi di Cerignola, San Giovanni Rotondo e Taranto, “Robin” ha la finalità di agganciare i minori a rischio di abbandono scolastico precoce o in dispersione scolastica, in particolare minori con Bisogni Educativi Speciali, e le loro famiglie, attraverso le attività e le metodologie della Robotica educativa inclusiva per prenderli in carico e creare le condizioni per riportarli a scuola. La rete è composta da ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce (ente capofila del progetto); Associazione Europea Solidale ONLUS; Cantieri di innovazione sociale impresa sociale Società cooperativa sociale; ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile; I.C. “Melchionda-De Bonis” di San Giovanni Rotondo; I.P.S. “Cabrini” di Taranto; I.C. “Don Bosco Battisti” di Cerignola; Iress Soc. Coop; Naps Lab srls, Comune di Cerignola.

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

#Nonsonounmurales, Europa Solidale realizza nella città vecchia di Taranto l’opera di street art

di

Uno spazio all’aperto, nel centro storico di #Taranto, a pochi passi dalla casa natale di Sant’ Egidio da Taranto e dal ristorante...

I Segni di comunità di “Non sono un murales” raffigurati al CERCAT di Cerignola

di

I Segni di comunità hanno lasciato la loro traccia anche a Cerignola. Merito dell’opera di street art “Non sono un murales” inaugurata negli...

#Nonsonounmurales, a Cerignola gli spazi del CERCAT accolgono la street art

di

Una parete spoglia e grezza, posta in prossimità dell’entrata pedonale del CERCAT di Cerignola, punto di ingresso e di accoglienza dei minori...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK