Reggio Emilia, un laboratorio per “viaggiare” tra le storie

di

All’interno dei laboratori di Creative Learning relativi alle competenze in campo sociale e interculturale  pensati per Progetto Ribes, la Coop. Sociale Progetto Crescere ha realizzato, in una classe quarta della scuola primaria “L. Ariosto” di Reggio Emilia, un percorso di narrazione e creazione di storie  finalizzato alla cooperazione tra pari, alla condivisione delle proprie caratteristiche ed inclinazioni, alla creazione di sceneggiature ed immagini scenografiche proprie di ciascun alunno.

Il progetto “Viaggio nelle Storie” ha permesso ai ragazzi di rielaborare la realtà quotidiana e le peculiarità personali e dei compagni, trasformandole in elementi narrativi e scenici.

A ciascun ragazzo è stato consegnato un diario di viaggio, nel quale scegliere la propria destinazione, ed una piccola valigetta di cartone da costruire insieme. Passaporto personalizzato e una cartellina completavano il kit del viaggiatore, che è stato utilizzato per l’intera durata del progetto.

Ogni ragazzo si è poi raccontato attraverso un simbolo che lo identificasse, creato rispecchiando le proprie caratteristiche e passioni; utilizzando quattro dei molti simboli realizzati dai compagni, ciascun alunno ha creato una storia inserendo i vari contributi all’interno di una narrazione, facendoli diventare parte integrante della storia stessa.

E’ così che elementi  naturali sono diventati protagonisti o antagonisti, animali o posti noti ai ragazzi hanno assunto nuovi ruoli e nuove caratteristiche magiche, all’interno di una rielaborazione della realtà che comprendesse sé stessi, ma anche gli altri.

Nella seconda parte del progetto, i ragazzi hanno raccontato e illustrato le loro storie attraverso la realizzazione di un Lapbook personalizzato, diverse tavole da disegno ed un teatrino Kamishibai ricavato da materiali semplici, come cartelline da ufficio e nastri adesivi colorati.

Le tavole illustrate, scorrendo nel teatrino durante la narrazione delle storie da parte dei ragazzi, hanno dato vita ad avventure, progetti, racconti di vita ordinaria, sogni e speranze.

In conclusione, ciascun alunno ha presentato la propria storia alla classe e ricevuto il diploma del “Viaggiatore”, ed una copia del libro “L’uomo del Kamishibai” di Allen Say.

Una serata di restituzione alle famiglie ha costituito la parte finale del percorso.

Grazie al  progetto di Creative Learning “Viaggio nelle Storie” i ragazzi hanno potuto individuare una sceneggiatura a partire dai loro contesti di vita, esprimendo verbalmente e graficamente pensieri riguardanti spazi che abitualmente abitano, o spazi che vorrebbero abitare, con un occhio attento ed inclusivo rispetto a quello che è stato il contributo del gruppo classe.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Ribes, Rossi-Doria: “Lottare insieme per l’attenzione alla povertà educativa minorile”

di

Si sono svolte martedì 29 e mercoledì 30 novembre, presso l’Istituto Seraphicum di Roma, le due giornate che accompagnano il progetto Ribes...

Formazione nazionale manager di prossimità

di

Tutto pronto per formazione online rivolta ai manager di prossimità, che si articolerà in due incontri: il 27 novembre e l’11 dicembre....

Reggio Emilia, comunicare con “i luoghi virtuali dell’incontro”

di

All’interno dei laboratori sull’affettività e la cittadinanza attiva pensati per Ribes, la Cooperativa Sociale Progetto Crescere di Reggio Emilia ha pensato e...