Nuove dotazioni hardware e software per favorire l’apprendimento di ragazzi con bisogni educativi speciali

di

Sabato 22 febbraio 2020, alla presenza dei tre dirigenti scolastici dei tre  Istituti Comprensivi di Gualdo Tadino, Sigillo e Nocera Umbra, partecipanti al progetto RETE!,  quaranta tablet EdiTouch sono stati consegnati in comodato gratuito ad altrettante famiglie residenti nella Fascia Appenninica umbra per aiutare nello studio i ragazzi che frequentano la scuola media.

Le caratteristiche e le potenzialità di questa tipologia di tablet sono stati illustrati a genitori e ragazzi dal loro ideatore, il dottor Marco Iannacone di Milano. Informatico con oltre vent’anni di esperienze internazionali legate a internet, TLC e sviluppi applicativi, ha deciso di dedicare le sue competenze creando il primo tablet a supporto dei bambini dislessici e autofinanziando una startup per commercializzarlo. Iannacone ha raccontato come si è trovato ad un certo punto difronte ad alcune difficoltà di apprendimento dei propri figli, per cui, essendo un informatico, ha deciso di sviluppare per loro alcuni programmi atti a compensare alcuni disturbi dell’apprendimento, come ad esempio la dislessia o la discalculia. E’ nata così nel 2014 una start-up che ha messo a punto il Tablet EdiTouch, la cui efficacia è stata provata da una sperimentazione effettuata su circa 400 di studenti di Roma e curata da Università e servizio sanitario nazionale. I tablet sono quindi stati affidati in comodato gratuito alle famiglie dei quaranta ragazzi, che lo avranno in consegna per l’intero periodo della scuola secondaria di primo grado.

Sempre nell’ambito del progetto RETE!, nelle settimane precedenti era stato anche  installato nei computer a disposizione delle scuole primarie degli Istituti Comprensivi di Gualdo Tadino, Sigillo e Nocera Umbra il software GECO, sviluppato dalla ditta bolognese Anastasis. Come spiegato dalla curatrice di questa attività, la psicologa Roberta Mascioni del centro di Psicologia CSMG di Gubbio, questo software è stato sviluppato per favorire l’apprendimento, l’autonomia e l’inclusione degli studenti, permettendo loro di ridurre il carico cognitivo durante la lezione, grazie a funzioni specifiche create per usare parole,immagini, mappe e suoni in un modo funzionale all’apprendimento.

Servizio dell’emittente televisiva regionale TRG sulla consegna dei tablet a 40 ragazzi delgli istituti comprensivi della fascia appenninica umbra

e dell’emittente televisiva regionale ReteSole

Progetto Rete: consegnati i tablet EdiTouch

Pubblicato da Giampiero Tasso su Mercoledì 4 marzo 2020

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK