Il luglio al sole dei campi estivi per i bimbi del maceratese

di

Giochi durante il campo estivo di Gagliole

Socializzazione, attività sportiva, educazione all’altruismo. Per tutto luglio i bambini della zona del cratere sismico hanno avuto la possibilità di frequentare campi estivi, nel segno della vita comunitaria, della crescita dell’autostima e della socializzazione. Nella provincia di Macerata, Resiliamoci ha dato il suo supporto a sei attività per i più piccoli. Quattro campi comunali, a Gagliole, Esanatoglia, Fiuminata e Matelica e poi a San Severino e ancora a Matelica per dei campi estivi sportivi.

Il supporto degli operatori di Resiliamoci in ogni contesto si è rivolto ai bambini con disabilità, per favorire inclusione e partecipazione ai giochi, nelle giornate di sole estive. In una zona dove il sisma del 2016 ha scavato una dimensione di isolamento non facile da superare, anzi acuita ora dalla conseguenze sociali e sanitarie della pandemia.

Così a scandire le mattinate di luglio del maceratese ci hanno pensato le partite di pallavolo, o i tiri a canestro e i rigori sui campi da calcetto (attività sportive queste che evitano assembramento). Oppure si sono tenuti laboratori creativi, di decoupage con materiali riciclati o disegno. Quasi duecentocinquanta i piccoli coinvolti della scuola primaria e dell’infanzia, per un’attività che è stata importante e ha dato sostegno anche ai genitori e a tutte le famiglie.

 

Attività ricreative a Gagliole

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK