Il Laboratorio di Monitoraggio civico a Camerino, per divenire cittadini coscienti e attivi nella rinascita post sisma.

di

Capire gli effetti del sisma anche dal punto di vista della ricostruzione edilizia. Approfondire le dinamiche che regolano gli appalti e il quadro delle normative. Monitorare come si svolgono i lavori di messa in sicurezza e ricostruzione. E fare tutto questo con lo sguardo rivolto al centro storico della propria città, colpita dal terremoto del 2016.

Il primo incontro si è tenuto l’11 febbraio. Per capire cos’è il monitoraggio civico.

Sono questi gli obiettivi del Laboratorio di monitoraggio civico organizzato a Camerino (Mc) dalla cooperativa sociale  Mètis Community Solutions, in partnership con COOSS Cooperativa Sociale e nell’ambito del progetto Resiliamoci. Si tratta di un percorso di cittadinanza attiva tuttora in svolgimento che coinvolge due classi del Liceo Scienze Umane – Licei Camerino in più tappe.

Nel primo incontro, che si è tenuto l’11 febbraio, le ragazze e i ragazzi delle classi 4° A e 4° B hanno avuto modo di scoprire cos’è il monitoraggio civico, conoscerne le esperienze e iniziare a riempire la cassetta degli attrezzi del cittadino monitorante.

 

Il secondo appuntamento ha risentito della chiusura delle scuole decretata in seguito all’epidemia Covid. Il laboratorio non si è fermato, ma ha avuto luogo a distanza. Il 1 aprile gli studenti hanno avuto l’occasione per familiarizzare con il glossario della ricostruzione e di entrare in contatto con le azioni di monitoraggio, curate da Concentrico – Comitato Centro Storico Camerino e illustrate dai suoi coordinatori. Si è trattato di una preziosa occasione per riflettere sull’uso dei dati e sulle molteplici forme che il monitoraggio civico può avere, anche nel particolare momento di lock-down.

Lo screenshot dalla lezione a distanza del 1 aprile, sul glossario della ricostruzione. 

Per il prossimo appuntamento bisognerà attendere settembre, quando le due classi guidate dallo staff di Mètis Community Solutions praticheranno il laboratorio sul campo, proprio nel centro storico di Camerino, studiando e osservando i palazzi lesionati dal sisma del 2016. Se ancora l’emergenza sanitaria non sarà rientrata e non sarà possibile svolgere incontri in presenza l’esperienza sarà trasferita in modalità online.

Il Laboratorio rientra nelle principali attività che Mètis Community Solutions svolge nell’ambito del monitoraggio civico e dell’attivismo giovanile. Come base ActionAid, Mètis Community Solutions si occupa anche di pianificazione e progettazione partecipata di opere e servizi, prevenzione e sviluppo del territorio.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK