“RelAzioni a catena” a distanza – Legami persistenti, anche se più lontani

di

Come supportiamo i docenti nella sfida della didattica a distanza

Il periodo di emergenza da Covid-19 ha inizialmente colto tutti di sorpresa, ciascuno ha visto stravolta la propria quotidianità, ma col passare dei giorni ogni componente del gruppo di progetto ha attivato i propri meccanismi di adattamento e man mano tutto il gruppo, quale entità collettiva, si è attrezzato per restare coeso e procedere col lavoro, pur restando a distanza.

Le attività del progetto “RelAzioni a catena” sono per la maggior parte dedicate alle tre scuole partner e sarebbero da svolgersi a scuola, in orario curricolare ed extracurricolare. Una corposa porzione di ore di lavoro doveva essere destinata ai corsi di formazione per docenti sui temi dell’educazione non formale, progettazione, didattica digitale e teatro sociale e civico come strumento educativo.

Tali corsi, divisi in moduli da 15 ore, erano in capo ad Associazione AIM che capofila il progetto e si occupa di diverse Azioni, tra le quali figura l'”Innovazione metodologica della didattica“. Le lezioni dovevano tenersi in presenza e il primo modulo di progettazione era stato quasi completato con successo presso l’IIS De Amicis-Cattaneo.

Nel bel mezzo dell’emergenza, che ha fatto sospendere le attività, AIM ha contattato le scuole per capire se le competenze dei propri operatori nel settore digitale sarebbero potute essere di aiuto. Da anni, infatti, AIM organizza corsi per insegnanti di ogni ordine e grado sugli strumenti digitali applicati all’educazione e ha consolidato il proprio expertise con la partecipazione a due progetti Erasmus+ (Partenariati strategici per l’innovazione e per lo scambio di buone pratiche) dedicati proprio al potenziamento delle competenze di base tramite l’utilizzo di strumenti digitali.

Le tre scuole partner, che vivono situazioni molto diverse tra loro, hanno accolto l’aiuto fornito da AIM, optando per la rimodulazione dei corsi di formazione per il personale docente. I moduli stanno per trasformarsi in lezioni in aule virtuali e in ore di supporto alla didattica a distanza, customizzate e adeguate alle specifiche esigenze degli insegnanti nonché al loro livello di competenze digitali di partenza.

La scuola media Tuccimei di Acilia ha scelto il pacchetto G Suite di Google quale piattaforma comune per tutti gli insegnanti alle prese con la sfida della didattica a distanza. La scuola media Via Mar dei Caraibi di Ostia sta definendo la propria scelta e nel frattempo ha predisposto un ampliamento delle funzioni del Registro Elettronico, la scuola superiore IIS De Amicis-Cattaneo ha per ora lasciato liberi i docenti di individuare le proprie strategie. Ciò che accomuna tutti i professionisti dell’educazione è la sensazione di avere una grande responsabilità, la volontà di garantire agli studenti un’educazione di qualità nonostante le difficoltà e il timore, a volte, di non riuscirci da soli.

E’ per questo che Associazione AIM ha deciso di intervenire proprio in questo delicato momento, mettendo a disposizione il proprio sapere e dando alle scuole la possibilità di richiedere assistenza per gruppi più o meno ampi, organizzando incontri specifici e anche fornendo assistenza 1 a 1, se necessario. I calendari degli incontri sono in fase di definizione e il primo incontro dedicato a G Suite di Google è stato realizzato sabato 21 marzo, con ben 30 docenti della scuola media Tuccimei connessi contemporaneamente.

Sarebbe forse stato possibile rimodulare i corsi organizzandoli a distanza ma conservando le stesse tematiche definite all’inizio della progettazione di RelAzioni a catena, sarebbe stato possibile forse procrastinarli e organizzare sessioni intensive in estate, ma la comune percezione di AIM è stata che si trattasse, adesso, di un momento cruciale nel quale la priorità dovesse essere supportare la scuola nell’affrontare un grande cambiamento.

Non sappiamo quanto tempo durerà questa condizione, ma sappiamo che adesso bisogna lavorare per sviluppare al meglio le competenze digitali dei docenti, e anche quando la scuola tornerà alla sua dimensione sociale e di contatto tanto cara a tutti noi, queste skills resteranno utilissime e daranno una marcia in più alla didattica.

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK