Le variegate difficoltà delle famiglie in era COVID: testimonianza dallo Sportello d’ascolto di Manfredonia

di

Contributo a cura della Dottoressa Emiliana Santodirocco*- attività dello “sportello d’ascolto” del Progetto P.R.I.M.A., rivolto agli allievi, alle loro famiglie e al personale scolastico delle Scuole dell’Infanzia degli Istituti Comprensivi “Giordani-De Sanctis” di Manfredonia è stata svolta con regolarità, nonostante le difficoltà incontrate durante l’anno scolastico in corso, dove in più occasioni, al fine di contenere la diffusione del Covid 19, è stata sospesa l’attività didattica per settimane e in generale la frequenza degli allievi è risultata spesso ridotta.

Tale condizione ha reso più complesso ed articolato il compito degli insegnanti, degli allievi e delle loro famiglie, che sono tutti giunti al termine dell’anno scolastico, dopo aver affrontato un carico lavorativo ed emotivo intenso. Infatti le insegnanti hanno cercato di portare avanti il programma didattico e di stimolare le giovani menti dei loro piccoli allievi, svolgendo attività ludiche in presenza con i bambini frequentanti e in modalità on-line, per tutti quelli che sceglievano la didattica a distanza.

Di contro i genitori si sono resi disponibili a seguire i figli nelle attività interattive con le insegnanti, nonostante le difficoltà organizzative. In ultimo i minori che hanno assorbito le tensioni familiari senza tuttavia avere un’adeguata consapevolezza delle ragioni ( in relazione alla loro età) per le quali non potevano uscire e/o incontrare gli amici e parenti. In questo contesto lo Sportello d’ascolto, sviluppato mediante attività in presenza ed on line, ha rappresentato per gli utenti sia uno spazio dove poter riversare il malcontento per la propria condizione di vita, aggravata dalle restrizioni dettate dalla necessità di contenere la diffusione del virus, sia un luogo dove poter apprendere nuove strategie di coping, volte ad ampliare il proprio punto di vista e capacità di gestione.

Allo sportello sono giunti, oltre ai casi consueti di genitori in difficoltà nella gestione delle differenti fasi evolutive dei propri figli, molti casi di conflittualità familiare ma anche tra insegnanti e famiglie. Inoltre molti genitori hanno manifestato la propria apprensione per i problemi di apatia, di emarginazione, di scarsa interazione sociale, di maggiore irritabilità ed instabilità emotiva dei propri figli. Molte famiglie hanno chiesto di essere supportate per affrontare i comportamenti disfunzionali e aggressivi dei loro figli, che emulavano i personaggi dei loro video games preferiti.

La maggior parte dei genitori ha riferito infatti un incremento del tempo trascorso a giocare e/o interagire con apparecchiature elettroniche da parte dei propri figli, al punto da assorbirli completamente e incidere anche sulla qualità del loro riposo. Alcuni purtroppo hanno chiesto supporto per situazioni più complesse evidenziate dai propri figli quali sintomi di regressione, disturbi d’ansia, del tono dell’umore e gesti di autolesionismo.

In generale si è osservato che il disagio manifestato dai minori è direttamente collegato all’atteggiamento dei genitori riguardo alla pandemia e la necessità di imparare a convivere con il rischio di poter contrarre il Covid 19.

*Psicologa Sportello d’Ascolto PRIMA I – Manfredonia

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

“Un tè con…” nelle scuole dell’Infanzia di Manfredonia: grande partecipazione dei genitori

di

Di Angela Renzullo* -Dal 6 novembre sono partiti tre incontri conoscitivi con i genitori della scuola dell’infanzia “San Francesco”. Dal 7 novembre...

“Da bambino ideale a bambino reale”: riflessioni con i genitori a Manfredonia

di

Di Daniela Brandini* -Il tema che si affronterà in questo articolo è stato oggetto di riflessione per i genitori dell’ IC Giordani-De...

PRIMA I ai tempi del Coronavirus: servizi, laboratori e formazione a distanza

di

COMUNICATO STAMPA – In questo periodo di emergenza attivate diverse modalità che consentiranno alle famiglie, ai bambini, alle scuole e ai territori...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK