Percorsi con i bambini

Teatro Spazio delle Emozioni a Manfredonia: “Un pomeriggio con il lupo a casa di Bambi”

di

Di Fabio Trimigni e Filomena Ferri * – Nell’ambito del laboratorio Teatro/Spazio delle Emozioni a Manfredonia, si è tenuto un evento davvero speciale con bambini e genitori  all’interno della Scuola paritaria Bambi, partner del progetto PRIMA I, e vogliamo condividerlo con voi:

Una sala, tante sedioline disposte lungo il perimetro e al centro una grande coperta patchwork: i bambini scalzi sdraiati sulla coperta multicolore a raccontare del loro Cappuccetto Rosso, e dei suoi cuginetti Cappuccetto Verde, Arancione, Viola, Giallo, Bianco, …

Tutti assieme a far visita ad una nonnina un po’ influenzata, che vive nel bosco.

Coni di cartoncino colorato sulle teste dei Cappuccetti che camminano nella sala alla ricerca della strada giusta per arrivare a casa della Nonna. Gli stessi coni diventano bocche allungate di un branco di lupi a due zampe: simpatici licantropi che corrono qua e là.

Ed ecco che i Cappuccetti colorati si distraggono dal profumo di fiori di carta e di esseri alati, di ogni sorta di specie: uccello palla, uccello scarabocchio, uccello uovo, uccello areoplano, uccello farfalla, uccello fiore, uccello uomo,….

La Nonna di Cappuccetto è molto raffreddata, una nonnina con raffica continua di starnuti: una battaglia di starnuti tra bambini e genitori, alternati da colpi insistenti di tosse invadono tutta la sala in un concerto di simpatici ammalati.

L’arrivo del Lupo è diventato un gioco tra bambini e genitori, in un susseguirsi di dolci “morsi” e imbarazzanti ululati.

Un papà (l’unico tra tutte le mamme presenti), assieme a due bambini, è diventato per un istante il Lupo sotto le coperte, un lupo pronto a mangiare tutti i Cappuccetti in un solo boccone.

Ed ecco che alla frase “Per mangiarti megliooooooooooooooooooooo!” la coperta diventa una grande bocca per afferrare tutti i Cappuccetti.

Panico: l’adrenalina sale, e gli occhi spalancati dall’eccitazione dei bambini diventano occhi che sorridono in un gioco ormai entrato in circolo: spazio/teatro delle emozioni è entrato giocando nel sangue dei presenti in un pomeriggio di Febbraio.

*Responsabili laboratorio Teatro/Spazio delle Emozioni a Manfredonia, operatori della Compagnia teatrale “Bottega degli Apocrifi”

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK