De Gasperis (AGENDI): “A Sora i genitori di figli disabili chiedono più servizi e spazi”

di

Giulio De Gasperis, presidente dell’Associazione “A.GEN.DI”  di Sora che si occupa di gestire nell’ambito del progetto PRIMA I lo “Spazio Hub, famiglia e Scuola INFORMAZIONE” (sportello di ascolto per genitori con momenti di formazione anche per insegnanti sul tema della disabilità infantile) ci riporta la testimonianza di una mamma che ha deciso di usufruire del servizio: 

“Essere ascoltata, sentirsi accolta, essere aiutata a maturare la consapevolezza di ciò che mi sta accadendo, acquisire la conoscenza del modo migliore con cui interagire e rapportarmi con mio figlio, mi sta aiutando moltissimo. Ora voglio costruire un nuovo rapporto con lui, guardo con occhi diversi i suoi sforzi e il suo incostante impegno. Prima vedevo solo la sua malattia, ora vedo solo mio figlio. Ora voglio lottare per raggiungere obiettivi che prima ritenevo impossibili”.

Una testimonianza questa che, inevitabilmente, getta luce sulla necessità dei genitori di bambini diversamente abili di essere accolti, ascoltati, non lasciati soli.

“Qualche giorno fa sono andato ad un degli incontri formativi che le operatrici della nostra Associazione dovevano tenere in uno degli Istituti Comprensivi coinvolti nel progetto. Un po per curiosità, un po per vedere di persona quale fosse la risposta alla nostra attività progettuale e un po perché, prima che presidente dell’Agendi – spiega in aggiunta Giulio De Gasperis –  sono il papà di Laura, una ragazza disabile ormai ventottenne, e siccome non si finisce mai di imparare,certo male non mi avrebbe fatto partecipare alla formazione. Mi sono seduto tra i genitori e i docenti e ho seguito con interesse l’incontro. Un incontro molto partecipato, con molte richieste e domande da parte dei docenti e dei genitori ma che ha avuto un triplice effetto su di me: Rassicurante, la conferma che il lavoro svolto dalle nostre operatrici sta dando i suoi frutti e che la strada intrapresa è quella giusta. Gratificante, la consapevolezza di far parte di un grande Progetto e vederne la ricaduta positiva sul territorio. Malinconico, il rammarico, il rimpianto, di non aver avuto anche noi, quando molti anni fa Laura era piccolina e frequentava la scuola materna e le elementari, un progetto PRIMAI, di non aver avuto anche noi uno “Spazio Hub”che ci accogliesse e ci sostenesse”.

L’A.GEN.DI, infine, ringrazia i dirigenti scolastici delle scuole partner di progetto (la Professoressa Marcella Petricca dell’ IC Sora 3, la Professoressa Ersilia Montesano del IC Sora 2 e il Professor Bernardo Maria Giovannone dell’IC di Arpino) “per la loro disponibilità e la pazienza che hanno nei nostri confronti e tutte alle referenti dei vari plessi per la loro collaborazione”, conclude il presidente di A.GEN.DI.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK