Percorsi con i bambini

PRIMA I a Manfredonia: “Nel laboratorio di psicomotricità vinciamo insieme le nostre paure”

di

Di Barbara Prencipe * – Oggi vi voglio raccontare un episodio per me importante, che mi è rimasto nel cuore.

Fin dall’inizio degli incontri di psicomotricità avuti all’interno della Scuola Paritaria Bambi, c’è stato un bambino dell’età di 4 anni che mia ha molto colpito, per la sua grande paura per qualsiasi cosa.

Ad esempio durante le prime lezioni, nel momento in cui andavo a creare un percorso con cerchi, coni o bastoni, era lì seduto che iniziava a piangere e mi diceva di non volerlo fare, perché aveva paura. Per non parlare del giorno in cui ho inserito nel percorso il tunnel, terrorizzato, ha iniziato ad urlare e piangere. Allora mi sono posta come obiettivo quello di fargli superare queste paure.

Nel primo incontro avuto a Gennaio, nel momento in cui ho creato il percorso, lui ha iniziato a piangere. Io mi sono avvicinata e prendendolo in braccio, abbiamo superato insieme gli ostacoli, così, ha smesso di piangere, è sceso, mi ha dato la mano e l’abbiamo rifatto una seconda volta.

Nella lezione successiva quando ho disposto gli attrezzi, lui non ha assolutamente pianto e quando è arrivato il suo turno, mi ha guardata, impaurito, io l’ho rassicurato e incoraggiato, si è fatto forza ed ha eseguito da solo il percorso. Quindi ho capito che era arrivato il momento di affrontare la sua più grande paura: il tunnel. Appena l’ho preso ha iniziato di nuovo a piangere e urlare, spaventato. Con l’aiuto della sua maestra, Vincenza Guerra, l’abbiamo avvicinato al tunnel, io mi sono inserita dall’altra parte e con le sue mani nelle mie, l’ha superato.

Il suo viso era già cambiato, come se si fosse reso conto che non era poi così spaventoso. Anche se non l’ha voluto ripetere, sono andata via con la promessa, che alla prossima lezione l’avrebbe eseguito da solo. Così è stato. Durante l’ultimo incontro di Gennaio sembrava un altro bambino e di tutte quelle paure iniziali non c’era più traccia. Ha eseguito correttamente il percorso e superato brillantemente il famoso tunnel.

Quello che mi ha reso più felice è stato il suo sorriso e la sua gioia, l’averlo visto finalmente più sicuro di sé e delle proprie capacità!

 

 

*Operatrice laboratorio psicomotricità Manfredonia  

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK