Percorsi con i bambini

Manfredonia, lezione aperta ai genitori nel laboratorio Teatro Spazio delle Emozioni

di

Non solo i bambini nei laboratori di P.R.I.M.A. – I. Anche i genitori hanno avuto un ruolo importantissimo nei primi mesi di attività. Nel corso delle attività di Teatro Spazio delle Emozioni – a cura dei professionisti della Compagnia Teatro Bottega degli Apocrifi in alcune materne di Manfredonia – si è scelto, infatti, di coinvolgere attivamente le mamme ed i papà nelle lezioni conclusive del laboratorio, prima della chiusura estiva degli istituti scolastici.

Nella scuola paritaria Bambi gli esperti  e le insegnanti hanno ritenuto opportuno scegliere due delle stagioni dell’anno prese in esame durante il percorso di laboratorio per metterle in scena nell’ultimo incontro a cui hanno partecipato  i genitori appunto. Quello che è venuto fuori è stata una vera e propria lezione aperta e coinvolgente, come ci raccontano gli operatori Fabio Trimigno e Filomena Ferri di seguito:

Nel quinto ed ultimo incontro del laboratorio di Teatro Spazio delle Emozioni alla scuola partitaria Bambini abbiamo messo in piedi una lezione aperta e partecipata dai genitori, grazie all’aiuto dell’insegnante Vincenza Guerra e di altre sue collaboratrici che sono state una vera risorsa per l’obiettivo prefissato.

Gli esperti Fabio e Filomena assieme alle insegnanti della scuola materna hanno desiderato fortemente la possibilità di rendere l’ultimo incontro una lezione aperta al pubblico, ma non intesa come lezione frontale, in cui l’azione dei bambini (comunemente vissuta come la recita di fine anno scolastico) viene scrutata dagli occhi di genitori invitati (per la maggior parte delle volte) a fare un pubblico passivo, ma una vera e propria lezione partecipata in cui bambini e genitori potessero attraversare le emozioni e le sensazioni del percorso delle quattro stagioni, giocando con gli strumenti del teatro, il linguaggio non verbale e la pratica della ricerca tattile-sonora legata agli oggetti di scena. Per una questione di tempo e di spazio sono state scelte solo due delle quattro stagioni: la Primavera e l’Autunno.

LEZIONE APERTA E PARTECIPATA – Nella prima mezz’ora del tempo a disposizione, i bambini assieme agli esperti e alle maestre hanno allestito lo spazio per accogliere i genitori: sono stati tolti tutti i banchi; sono state unite le due aree/aule che solitamente sono divise da una parete che si apre e si chiude a libro; sono state messe le sedie ai lati dello spazio a disposizione; ed infine è stato preparato il materiale utile per le stagioni (fogli A4, quotidiani e giornali, rotoli di cartoncino).

Dopo aver fatto porta proprio come si accoglie un pubblico a teatro, i genitori presenti alla lezione (tra cui anche un nonno) sono stati accolti dai bambini e dalle insegnanti: alcuni, in maniera molto libera, si sono seduti a terra, altri sulle sedioline messe ai lati. Nel gruppo sono stati accolti anche i bambini di 3 anni che erano presenti a scuola e che hanno partecipato attivamente alla lezione.

Dopo una breve presentazione del Progetto P.R.I.M.A. I.  in cui l’esperto Fabio assieme a Filomena hanno sottolineato l’importanza, i contenuti, gli obiettivi e le finalità, tutto il gruppo ha cominciato il viaggio verso la Primavera per poi continuare il percorso nell’Autunno.

Le attività fatte durante la lezione aperta (riprese dalle prime lezioni di laboratorio) sono state ri-messe in scena e fatte ri-vivere nuovamente attraverso la pratica del fare assieme.

Genitori e bambini, guidati dai due esperti e aiutati dalle insegnanti presenti, hanno risvegliato tutta la natura con la loro immaginazione: uno stormo di rondini di carta ha invaso lo spazio con il movimento del corpo e il suono del fruscio delle ali in un gioco tra adulti e piccini. Il trenino fatto di piedi, che ha attraversato il sottobosco di foglie secche fatte di giornali e quotidiani, ha creato una dinamica tra genitori e figli fino a farli diventare una cosa sola: la stagione stessa! L’autunno con gli alberi fatti dai genitori si è trasformato in una tempesta di vento creato dai bambini, che con il loro soffio agitavano gli alberi fino a spogliarli delle loro foglie”, conclude il racconto degli esperti di laboratorio della Compagnia Teatro Bottega degli Apocrifi di Manfredonia.

Un esperimento, dunque, ben riuscito che di certo verrà replicato anche nelle attività in partenza ad ottobre nelle scuole che fanno parte della rete di P.R.I.M.A I a Manfredonia!

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK