Prima riunione tecnica per il servizio di Home Visiting

di

Nel pomeriggio del 22 ottobre si sono riuniti per la prima volta i componenti del Centro di Coordinamento e le sei educatrici professionali che si occuperanno del servizio di Home Visiting che inizierà a dicembre.

A livello locale e regionale, il servizio di Home Visiting è un’innovazione assoluta che risponde alle raccomandazioni dell’OMS, riguardo al benessere dell’area maternoinfantile. Ha, pertanto, un notevole impatto sociale nel contesto territoriale di riferimento, poiché rafforza l’acquisizione di competenze fondamentali per il benessere dei bambini e delle loro famiglie, sostenendo nel tempo lo sviluppo di migliori condizioni economico-sociali.

Lo scopo dell’incontro è stato quello di permettere a tutte le operatrici di conoscersi favorendo così la qualità della relazione fra le persone e il contesto di lavoro, al fine di promuovere un lavoro di squadra collaborativo ed efficace.

Terminata una prima parte dedicata alla presentazione delle varie figure in campo, la coordinatrice del servizio, Dr.ssa Claudia Paraguai, ha illustrato nel dettaglio le modalità operative di intervento nonché la giusta prassi di condivisione delle informazioni e della modulistica da compilare. Ricordando a tutte l’importante ruolo della supervisione, sia per dinamiche professionali che personali, ha invitato le educatrici a far riferimento alle due figure professionali preposte – Dr.sse Ilary Cichella e Simona Foschini – per segnalare eventuali difficoltà quotidiane e richiedere chiarimenti tempestivi.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Corso di Yoga Mamma-Bambino!

di

  Nel pomeriggio di lunedì 15/04, 29/04 e 06/05, dalle 16.00  alle 17.00, presso il Centro Studi Sociali di Scerne di Pineto,...

Conferenza di presentazione del Progetto PRIMA

di

Si terrà venerdì 12 ottobre 2018, presso l’Aula Magna del Centro Studi Sociali “Don Silvio de Annuntiis” a Scerne di Pineto (Teramo),...

Come parlare di Coronavirus con i bambini

di

In questi giorni di paura e ansia, spesso rafforzata dalle numerose e drammatiche notizie che ascoltiamo in televisione, è importante parlare con...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK