Organizzare un evento culturale | Laboratorio CCO – Crisi Come Opportunità

di

Lavorare con i ragazzi è davvero la cosa più bella del mondo, lo penso onestamente.
Dopo un’ora e mezza, ero stanca e provata, non dai ragazzi che erano dolcissimi e molto partecipativi, ma da quella condizione di guida e riferimento che ti chiede di essere performativo e stimolante, senza perderti uno sguardo o un sorriso, senza che nessuno resto indietro.

I ragazzi, 15 enni in questo caso, 3 ragazzi e 4 ragazze (più una in arrivo la prox volta), debitamente seduti a gruppi di genere, ti guardano ammirati, come stessi dicendo loro la cosa più importante della giornata, e riescono con la loro curiosità, freschezza, passione sincera di chi pensa che ancora si può fare tantissimo, a farti sentire onorata di essere lì con loro e di guidarli in un percorso.

Hanno voglia di dire ma paura di sbagliare, sono curiosi e sognatori, sono ragazzi, giovani, con la voglia di determinare, l’energia di fare, ma anche la necessità di divertirsi. 

In questo primo di tre incontri ci siamo conosciuti, abbiamo raccontato al gruppo le nostre caratteristiche, abbiamo cominciato a pensare a cosa ci piacerebbe fare, e ci siamo lasciati con un’indagine sul “bisogno” del quartiere e dei loro pari e familiari.

 

Un evento perché sia ben riuscito, tra le altre Cose, deve saper intercettare il bisogno della comunità che lo accoglie.

Torno a casa con la voglia di divertirmi con loro in questo evento, di farlo insieme, con la speranza di aver conquistato la loro fiducia e stima, ma soprattutto con un pensiero di ringraziamento per loro e la meravigliosa docente che li accompagna, per avermi ricordato che si può fare, si può ancora credere ad un altro mondo possibile.
Noemi Caputo
Project Manager
CCO – Crisi Come Opportunità

Un progetto di:
Crisi Come Opportunità, Associazione Community Organizing Onlus, Associazione Spazio x Roma, Interazione Urbane, CalcioSociale, Scuola Pop Tor San Lorenzo, Eutropian, Cooperativa Ulis

Regioni

Ti potrebbe interessare

Valutazione d’Impatto – questione di dati e di processi

di

In uno dei precedenti articoli abbiamo visto l’importanza del monitoraggio, funzionale alla raccolta dei dati per verificare che il progetto vada come...

DAJE UN PO’ – SCUOLA POP – PRIMI TRE INCONTRI AD ARDEA

di

INCONTRO UNO – 20/01/2021 –  durata 2H Il primo incontro del 20 Gennaio si è tenuto nella classe II B dell’Istituto Comprensivo...

Quando fidarsi delle proposte nasconde belle sorprese

di

Sembra ieri, eppure il percorso con i ragazzi e le ragazze del Liceo Amaldi è cominciato ormai già da un mese. Un...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK