Parola d’ordine: Multidisciplinarità!

di

Negli hub Nest, la presenza di un contesto collaborativo, di confronto e di supporto e un team multidisciplinare (composto da professionisti con conoscenze e competenze differenti seppur complementari) è fondamentale per dare risposta alla complessità dei bisogni di cui sono portatori i nuclei familiari presi in carico dal progetto.

Le problematiche sociali, educative ed economiche che presenta il territorio, in molti casi, contribuiscono ad esacerbare e accrescere i disagi.

L’intervento multidisciplinare, pone al centro della propria azione i bisogni delle famiglie e dei tanti bambini e delle tante bambine con cui ci interfacciamo tutti i giorni. Scopo di questo tipo di approccio metodologico è garantire risposte personalizzate alle richieste dei nuclei intervenendo con efficacia nella risoluzione dei problemi.
Un intervento che non si focalizza esclusivamente sulla complessità delle situazioni ma che attiva una lente di ingrandimento sulle potenzialità e sulle risorse da implementare e da rinforzare sia a livello territoriale entrando in dialogo con i servizi presenti, sia emancipando il nucleo, fornendogli gli strumenti utili per uscire dallo stato di emergenza in cui versa.

L’equipe multidisciplinare permette così di offrire alle famiglie: una risposta univoca e integrata; proposte di intervento adeguate e personalizzare; uno sguardo d’insieme per ridurre al minimo la possibilità di errore.

L’equipe dell’hub Nest Bari è composta da molte figure professionali che lavorano ogni giorno a stretto contatto con i tanti nuclei beneficiari delle attività di progetto e con gli altri partner territoriali, pubblici e privati. Molti di questi professionisti sono presenti giornalmente nella struttura – educatori, psicologi, assistenti sociali, pedagogisti – di altri esperti ci avvaliamo attraverso collaborazioni esterne.

I servizi offerti sono molteplici e vari: attività di sostegno e accompagnamento alla genitorialità con incontri tenuti da pediatri, nutrizionisti, psicologi, pedagogisti e altri professionisti; laboratori e attività genitori-figli; attività di promozione di lettura precoce e di invito all’ascolto musicale; servizi di sostegno al reddito e di empowerment, anche grazie al partenariato con un Caf.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK