Le reti che portano “nutrimento”.

di

Essere in rete, fare in modo che essa si consolidi sempre di più, soprattutto per le realtà territoriali che lavorano nel terzo settore, rappresenta un’ opportunità importante per accrescere e sviluppare una conoscenza quanto più ampia, aggiornata e complessa delle difficoltà dei territori nei quali si interviene e per poter progettare strategie di lavoro e di intervento efficaci non solo nella risposta ai bisogni più specifici ma anche per la rimozione delle cause e dei fattori che generano questi bisogni.

Il lavoro di rete permette di mettere insieme risorse e competenze diverse che, nella loro differenza, sanno costruire delle risposte e delle strategie tra loro complementari: strategie che, se ben sperimentate e condivise, possono diventare la buona prassi.

Soprattutto durante la fase di emergenza Covid e nella Fase 2, tutto questo, per l’Hub Nest di Bari, ha rappresentato un assunto importante e vitale che ci ha permesso di rimodulare le modalità di intervento e di consolidare ancora di più la rete territoriale costruita in questi anni. É stato cruciale in queste fasi rafforzare la capacità della rete di attuare progetti personalizzati di presa in carico, attraverso l’individuazione di modalità di coordinamento, innovative per la collaborazione/cooperazione operativa tra i vari servizi pubblici territoriali e del privato sociale, per poter assicurare delle prese in carico integrate dei nuclei in difficoltà efficaci e che potessero rispondere in maniera calibrata ai bisogni delle famiglie.

Non é stato facile, soprattutto all’inizio dell’emergenza, ripensare e ristrutturare gli interventi con nuove modalità. La “distanza”, soprattutto per noi che lavoriamo con le persone e per le persone, é un termine sconosciuto, che spaventa, con cui abbiamo dovuto fare i conti e che ci ha messo a dura prova ma ce l’abbiamo fatta! E questo é stato possibile perché, nonostante la distanza, non ci siamo sentiti soli, anzi, la rete ha permesso a tutti i partner coinvolti di poter navigare in un mare sconosciuto e di affrontare la tempesta a vele spiegate, così da raccogliere tutto il vento possibile e procedere velocemente e con un assetto stabile. Quello che inizialmente sembrava un ostacolo é diventata la sfida e averla vinta, ci dice che la rotta é quella giusta e che insieme si può!

L’Hub Nest é all’interno di una grande rete e all’interno di essa ha un ruolo fondamentale. Il confronto continuo, la condivisione di prassi che man mano risultavano vincenti. Quello che inizialmente era lo “sperimentare” é diventato buona prassi e questo ci ha permesso di non lasciare le famiglie da sole ma di rispondere in maniera immediata e specifica ai bisogni di ognuno.

La circolarità di informazioni, lo scambio continuo, il confronto tra le varie realtà coinvolte, ha rappresentato la chiave vincente e questo é stato possibile grazie al rapporto di fiducia, oramai consolidato, e di stima reciproca. Ognuno con le proprie risorse e le proprie specificità ha portato un valore aggiunto al nostro prezioso lavoro; la conoscenza dei punti di forza di ognuno ci ha permesso di rendere gli interventi più flessibili e rispondenti ai bisogni.

La rete non ha funzionato solo a livello territoriale ma é stata vincente anche a livello nazionale attraverso un confronto continuo con gli altri hub Nest presenti nelle città di Milano, Napoli e Roma. Nonostante i territori fossero diversi, il lavoro nelle diverse città ha evidenziato criticità e punti di forza simili tra loro e le riunioni di coordinamento nazionale settimanali ci hanno permesso di trovare insieme nuove modalità d’azione e/o di adattamento a quelle già esistenti, consolidando sinergia e complementarità nella metodologia d’intervento.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK