Impariamo con la musica…note in pam pam!

di

Imparare la musica come si apprende il linguaggio parlato.

Questo è il presupposto teorico della Music Learning Theory del Prof. Edwin Gordon.

La teoria studia le modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall’età neonatale, fondata sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo gli stessi processi del linguaggio parlato.

Nessuno insegnerà al bambino a parlare, lui lo farà autonomamente, attraverso l’ascolto del linguaggio degli adulti, rispettando i suoi tempi di assorbimento e di risposta.

Stesso principio si attiva durante il processo di Apprendimento Musicale.

Uno dei pilastri su cui si basa la MLT è che tutti nasciamo con un particolare livello di attitudine musicale, predisposizione alla musica, che sarebbe massima al momento della nascita e si stabilizzerebbe verso i 9 anni, sviluppandosi grazie ad un ambiente in grado di far vivere al bambino esperienze musicali significative e competenti.

L’ Hub Nest di Bari è il giusto ambiente per sperimentare e mettere a disposizione dei bambini e delle bambine che frequentano il nostro servizio educativo il corso di musica “Note in Pam Pam”, tenuto dall’insegnante AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento della Musica) Anna De Gennaro; corso basato proprio sulla Music Learning Theory di Gordon e arricchito da competenze della body music.

Il progetto è stato, sin da subito, accolto dai bambini e dalle bambine con grandissimo entusiasmo e con profonda approvazione. La loro interazione alla musica è stata spontanea, naturale e gioiosa. Sono bambini naturalmente predisposti a questo tipo di attività; una giusta stimolazione e un continuo coinvolgimento hanno permesso e permettono di ottenere rilevanti risultati.

Essere in contatto con la musica per i bambini è un’opportunità preziosa perché permette loro di esprimersi, alimentare la propria creatività ed improvvisazione” – spiega l’insegnante Anna De Gennaro. “Sviluppa la loro capacità di introspezione e di relazione con gli altri bambini e con l’ambiente circostante. Avvicinare i piccoli alla musica significa quindi sviluppare non solo la loro intelligenza musicale, ma anche quella cognitiva ed emozionale”.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK