NEST: il lavoro di rete come strumento chiave per calibrare l’intervento sul nucleo familiare

di

L’Hub Nest di Bari è presente nel quartiere Libertà di Bari c/o la scuola dell’Infanzia “Manzari Buonvino”.

Il quartiere Libertà è una semiperiferia interna della città di Bari, caratterizzato da un popolamento massivo di fasce deboli a causa di una edilizia a basso costo e soprattutto, negli ultimi anni, è diventato lo scenario di continui episodi delinquenziali messi in atto dalla criminalità organizzata. Al tempo stesso, però, l’alta percentuale di bambini e giovani rappresenta una grande opportunità di intervento sia per l’Amministrazione pubblica che per le altre realtà pubbliche e private che operano nel III Settore. Nell’ultimo triennio, infatti, è stato possibile avviare un processo integrato di rigenerazione urbana attraverso interventi volti a rendere il quartiere più sicuro, più bello e ricco di proposte socio /educative e lavorative.

Il progetto Nest ben si colloca all’interno di questo scenario, diventando partner attivo insieme alle altre realtà che operano all’interno del quartiere, secondo una logica di complementarietà.

Gli interventi, infatti, di ogni singolo ente non vengono duplicati ma diversificati: i mezzi sono diversi ma gli obiettivi rimangono comuni e definiti durante tavoli di coordinamento. Interventi ed obiettivi che non si limitano ad arginare i rischi di esclusione sociale ma che volgono l’attenzione su parole chiave come prevenzione, partecipazione attiva, condivisione e propositività.

Il lavoro di rete permette di calibrare l’intervento rispetto all’intero nucleo familiare, intercettando singole realtà e sviluppando percorsi specifici d’azione al fine di ottimizzare e rendere sempre funzionale le prese in carico integrate.

L’equipe dell’Hub Nest Bari incontra periodicamente i referenti delle altre realtà territoriali per condividere le progettualità e la programmazione trimestrale al fine di diversificare la proposta socio/educativa da presentare alle famiglie. Questo permette di definire con maggiore chiarezza gli obiettivi a breve e medio termine e di monitorare il percorso educativo individualizzato.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK