Quando il sorriso di un bambino restituisce normalità

di

Un’altra bella settimana ricca di eventi quella appena trascorsa a Parcocittà: giovedì, doppio appuntamento per la Piccola Compagnia Impertinente impegnata tra i banchi della Scuola San Giuseppe con “I colori delle emozioni attraverso i libri” e con una buona lettura di testi, attività indispensabili alla comprensione e alla creazione di identità e sensazioni nei più piccoli. Di pomeriggio, invece, spazio agli alunni della Foscolo Gabelli di Foggia dove i bambini si sono cimentati in diverse attività divertenti e stimolanti. Tra queste,
la costruzione di creativi bigliettini di auguri in formato pop up in occasione della Festa di San Valentino. Prima della “campanella”, inoltre, hanno ascoltato la lettura del libro “No, no e poi no!” ed hanno chiuso il laboratorio divertendosi col “Gioco delle sfere: no, sì”, attraverso il quale gli operatori hanno potuto verificare e monitorare il livello di attenzione e di memoria di ciascuno. Ma il giovedì di Parcocittà non termina qui: sempre nel pomeriggio, nel centro Polivalente di Parco San Felice, ha preso vita il “percorso salute” curato dall’associazione Sani Stili di Vita sulle abitudini alimentari di ogni giorno. Un confronto aperto e svolto direttamente con i genitori sull’importanza del mangiar sano. Nel frattempo i bambini sono stati impegnati con il consueto laboratorio di “Giochiamo con le parole” tenuto dalle operatrici dell’associazione Il Girasole, utile a potenziare le competenze orali e a sviluppare le capacità di cooperazione. Insomma, una settimana andata avanti come un treno: Parcocittà è ormai un luogo amato da tutti. Segno tangibile è la straordinaria generosità di un privato che ha permesso, sabato, il normale svolgimento del laboratorio dell’Ortoincittà tenuto dalla cooperativa Ortovolante che aveva subito, solo qualche giorno prima, un’ignobile furto dei broccoli destinati ad essere raccolti dagli stessi bambini. Durante l’attività si è deciso di spiegare ai piccoli che purtroppo qualcuno aveva sottratto le verdure dal loro orto, ma che nonostante questo brutto gesto, una cosa bella era accaduta. È bastato un tanto semplice quanto straordinario gesto a cambiare in meglio una giornata, a trasformare un pianto in un sorriso. È bastato l’aiuto di un solo cittadino a far capire loro una cosa molto importante: al mondo ci sono tante persone cattive, ma quelle buone però, vincono sempre.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK