Il Calendario 2021 di Libera Un’Idea ci ricorda il progetto “Un pomeriggio ecologico per prendersi cura del quartiere”

di

Il Calendario 2021 del contest Libera Un’Idea ci svela, mese dopo mese, le diverse attività dei centri di aggregazione che hanno consentito a ragazzi e a ragazze di ritrovarsi per condividere laboratori sportivi, musicali, artistici e culturali. Attività che hanno favorito la partecipazione e l’integrazione in fasce in cui il disagio giovanile è più diffuso, garantendo una crescita sia individuale che di gruppo.

Da cosa nasce il Calendario 2021?

Il progetto #LIBERAILFUTURO – che tra i diversi obiettivi volti ad attivare la partecipazione attiva di adolescenti e giovani vuole promuovere una nuova cultura giovanile mettendo in rete risorse umane, istituzionali, culturali, associative e di volontariato; offrire ai ragazzi validi strumenti di autoformazione; orientare alla riscoperta dei valori – ha voluto rilanciare per questo 2021, anno di “ripartenze e nuovi inizi” la realizzazione di un Calendario che presenta, attraverso immagini, foto e percorsi di attività, i laboratori che vengono svolti all’interno dei Centri di aggregazione di Roma.

#LiberailFuturo ha realizzato ad oggi, all’interno degli obiettivi fissati per il progetto, la creazione di diversi centri di aggregazione permanenti che stanno consentendo a ragazzi e a ragazze di ritrovarsi insieme per condividere attività e laboratori e nuove fantastiche esperienze. 

Giugno 2021: il calendario ci ricorda il progetto “Un pomeriggio ecologico per prendersi cura del quartiere”

All’interno del calendario, nel mese di Giugno 2021, viene ricordato il progetto “Un pomeriggio ecologico per prendersi cura del quartiere”. Tale progetto è realizzato in collaborazione con il centro di aggregazione giovanile Carpet che ha permesso ai ragazzi e alle ragazzi di vivere un pomeriggio all’insegna della cura del proprio quartiere, rendendosi conto e capendo quanto sia importante tutelare l’ambiente in cui viviamo.

Un antico proverbio Masai recita: “Trattiamo bene la terra sulla quale viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli”.

Questa è l’idea di futuro raccontata dai ragazzi del progetto: l’importante non è necessariamente sfruttare la terra, quanto la convinzione di averne rispetto, perché l’ambiente è un bene da tutelare per le giovani generazioni e quindi per il futuro dell’umanità.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Le interviste di #LiberailFuturo alla società civile: parliamo con Alessio Specolizzi

di

Continuano le interviste sociali per il progetto #LiberailFuturo condotte da Stefano Bernardini, responsabile della comunicazione del progetto. Abbiamo l’onore di discutere oggi di...

Carboidrati e fibre alimentari: quando sport e alimentazione vanno a braccetto

di

Torniamo a parlare di Alimentazione e Sport! Vogliamo, infatti, continuare a fornire, ai giovani ragazzi che ci seguono, ai loro genitori e alle...

L’apertura di Centri Creativi Solidali per combattere la povertà educativa minorile

di

Una delle peculiarità che caratterizzano #Liberailfuturo, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, è quella di...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK