Misilmeri, ripartono i colloqui dello Sportello psico-sociale

di

Colloqui riservati e nel massimo rispetto della privacy con professionisti qualificati, incentrati sia sulle difficoltà dei genitori a gestire la quotidianità dei propri bimbi che sulle piccole o grandi fobie di questi ultimi.

Sono queste le modalità di svolgimento dello Sportello psico-sociale, una delle iniziative del progetto “La città dei Bambini”. L’obiettivo è offrire un percorso assistenziale-integrato, in cui i genitori del territorio di Misilmeri possano confrontarsi con un’assistente sociale (Gabriella Scirè) e una psicologa-psicoterapeuta relazionale e familiare (Lavinia Cicero).

Gli incontri sono già iniziati a luglio e proseguiranno a partire dalla prossima settimana sempre a Misilmeri, sia su appuntamento presso i locali del polo educativo “La Città dei Bambini” (via Chiasso Dante Alighieri, 10) che tutti i giovedì dalle 9 alle 11 all’interno della Direzione Didattica “Salvatore Traina” (via Fiume n. 2, partner di progetto).

Lo Sportello psico-sociale ha un target costituito, appunto, dai genitori dei bimbi dai zero ai sei anni e ha funzioni di ascolto e screening, non terapeutiche: si basa, infatti sull’analisi della domanda e il counseling di orientamento, prima tappa verso un’eventuale e successiva presa in carico da parte dei servizi territoriali competenti.

Al centro dei colloqui c’è soprattutto la quotidianità dei bimbi e delle famiglie, resa a volte difficile da gestire a causa di fobie o tratti caratteriali problematici che a quell’età sono piuttosto diffusi: ad esempio la paura del buio, delle novità e degli estranei, la timidezza, alcuni disturbi alimentari, la difficoltà a rispettare le regole oppure un uso eccessivo della tecnologia, come i tablet.

In un contesto del genere è importante rafforzare il ruolo genitoriale, per raggiungere quell’equilibrio che garantisca a papà e mamme autorevolezza senza sfociare nell’autoritarismo.

Il progetto “La città dei Bambini” è stato selezionato dalla Fondazione Impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Realizzato nell’omonimo Polo educativo per l’Infanzia di Misilmeri, ha come capofila la cooperativa sociale “Libera…mente” e vede coinvolti tra i vari partner anche il Comune di Misilmeri e la Direzione didattica statale “Salvatore Traina”.

Nella foto: Genì Fontana (direttrice del Polo educativo per l’infanzia), Gabriella Scirè (assistente sociale), Lavinia Cicero ( psicologa- psicoterapeuta) e Gaspare Carandino (presidente di Libera…mente, la cooperativa sociale capofila del progetto “La Città dei bambini”).

Regioni

Ti potrebbe interessare

Festa di Ognissanti, laboratorio di frutta martorana alla Città dei Bambini di Misilmeri

di

In Sicilia nel ponte tra la Festa di Ognissanti (1 novembre) e quella cosiddetta “dei morti” (2 novembre) è tradizione centenaria fare...

Città dei Bambini di Misilmeri, tra gioia e allegria ecco la Festa dell’Accoglienza

di

Si è svolta nella sede di via Chiasso Dante Alighieri per inaugurare l'anno scolastico 2019/2020 alla presenza dei bimbi e dei loro genitori.

“La città dei bambini” di Misilmeri, sono stati 400 i bimbi fruitori del progetto

di

PALERMO. Sono stati circa 400 i bimbi che hanno usufruito di almeno un servizio del progetto “La Città dei Bambini” di Misilmeri....

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK