Hub “Orto Contorto” a Montelepre, un successo sul territorio

di

Si è concluso, lo scorso Luglio, con grande successo l’Hub “Orto Contorto” attuato a Montelepre e previsto dal progetto “L’Atelier Koinè”, selezionato da Impresa Sociale CON I BAMBINI.

Hanno partecipato a questa entusiasmante iniziativa 13 ragazzi dagli 11 ai 17 anni, provenienti da Montelepre.

L’hub condotto dall’operatrice Serena Pieri, laureata all’Accademia di Belle Arti, in Pittura e Arte Sacra Contemporanea, ha permesso ai partecipanti di cogliere l’importanza di avere cura del proprio territorio, operando in luoghi in disuso o abbandonati e di utilizzare materiali a Km zero.

Dal riuso di materiale di riciclo alle tecniche base della coltivazione, i partecipanti hanno appreso divertendosi come poter ripristinare parte della flora anche solo piantando piantine già cresciute o seminando su supporti di vario genere.

Hanno avuto la possibilità di adottare una filosofia di coltivazione e consumo ecosostenibile, compreso che l’inquinamento ambientale non significa solo emissioni di automobili, industrie, riscaldamento. Inquinamento ambientale è anche abuso del terreno, che contribuisce poi insieme al trasporto di colture coltivate molto lontano alle emissioni di CO2 nell’aria.

Insieme hanno colto l’importanza di coltivare e consumare ad esempio esclusivamente ortaggi di stagione, senza stravolgere il ciclo naturale delle nostre colture.

Hanno poi dato sfogo alla loro creatività creando anche oggetti utili al ripopolamento della fauna locale, come casette per gli uccellini ed “hotels per le api”, per incentivare il ripopolamento ed il rispetto verso questi animali, importantissimi per il nostro ecosistema.

Un misto di emozioni ha caratterizzato l’ultimo giorno di laboratorio, i ragazzi hanno manifestato malinconia per questo tempo passato velocemente ma hanno anche rievocato i tantissimi momenti di condivisione e riflessioni. Questo percorso altamente formativo e di crescita, ha dato l’opportunità non solo di impiegare il tempo estivo in maniera ludica, ma anche di allenare ed acquisire valori morali come il rispetto per l’ambiente, l’importanza della cooperazione e del lavoro di squadra.

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Fabiano Lioi – Intervista

di

“Sono una persona curiosa. Ai ragazzi non parlo mai di disabilità ma di curiosità. Devono ritrovare la curiosità di ascoltare se stessi...

Corso-concorso fotografico “Cacciatori di Foto”

di

Prende ufficialmente il via il Corso-concorso fotografico “Cacciatori di Foto” che vedrà il coinvolgimento di tutti i ragazzi di #Lazio, #Calbria e...

HUB Attivamente a Terrasini all’insegna della creatività, del riciclo e delle scoperte

di

“Quest’estate L’HUB ATTIVAMENTE di Terrasini, nei mesi di luglio e agosto, ha previsto attività e lavoretti creativi, che hanno molto entusiasmato i...