HUB Attivamente: all’Istituto “G.V. Catullo” di Monterotondo avviato percorso per “scelte consapevoli”

di

dav

Il 19 marzo si è svolto all’ interno dell’Istituto “G.V.Catullo” di Monterotondo il primo degli incontri di formazione tenuti dal dott. Dario Maggioli, nell’ ambito dell’ Hub “Attivamente”, che hanno come tema “Vivi, Evolvi e Realizza”. Dario Maggioli formatore della “Justobe™”, specializzato in tecniche di coaching e mindfulness, racconta questa esperienza come una necessità di proporre un percorso di stampo motivazionale ad una fascia d’ età come quella dei ragazzi che frequentano l’ultima classe di liceo, per poter fornire gli strumenti adatti a fare delle scelte mirate in prossimità di un futuro prossimo che li vedrà inserirsi nel mondo del lavoro, o della formazione universitaria.

In questo primo blocco di incontri verranno coinvolte, una alla volta tutte le classi quinte del linguistico dell’ Istituto “G.V.Catullo”, hanno risposto al momento con un acceso entusiasmo. In alcuni dei temi trattati, come: “la costruzione guidata dello scopo della vita”, o l’ “analisi del linguaggio interiore”, i ragazzi sono stati impegnati ad una riflessione approfondita sui loro vissuti e le loro convinzioni personali e su come esse siano a volte potenzianti, oppure depotenzianti; su come l’immagine che si sono costruiti spesso in base alle loro fantasie, o paure non gli permetta di trovare soluzioni e prospettive efficaci per il loro futuro.

Gli studenti hanno partecipato con interesse all’ incontro, che spesso ha utilizzato tecniche di brain storming, attraverso le quali hanno potuto esprimere le loro difficoltà giornaliere nel presente rispetto allo studio e come molto spesso queste non siano altro che convinzioni che incidono sul rendimento dello studente e come, ancora più spesso siano difficili da scardinare. Marta ad esempio racconta “del suo interesse per materie come la filosofia, materia per la quale in qualche modo riesce ad allineare il suo pensiero di essere capace, interessata ed il suo riscontro rispetto all’ esperienza riportata dagli altri. La stessa cosa non avviene con altre materie”; ecco, uno degli obiettivi del lavoro proposto dal dott. Maggioli è proprio occuparsi delle convinzioni depotenzianti, quelle che in qualche modo incidono sul nostro insuccesso in vari campi della vita e trasformarle in potenzianti.

Il percorso formativo volge quindi ad insegnare a sviluppare quelle competenze necessarie che contribuiscono a sentirsi meglio e a sviluppare una vita intrisa di vitalità, di speranza e di bellezza. È possibile considerare questo percorso, che si muove su uno stato mentale di consapevolezza, attenzione e apertura, un’azione che permetterà ai ragazzi di rimanere sempre più connessi con sé stessi e con i propri obiettivi, senza lasciarsi trasportare dalle situazioni della vita e dallo stress quotidiano. Insomma, una sferzata di positività e un sicuro implemento di meccanismi di RESILIENZA.

“La consapevolezza non è qualcosa che devi ottenere o acquisire. È qualcosa che è sempre con te, è un’interna e profonda risorsa, sempre disponibile, che attende pazientemente di essere risvegliata e usata al servizio della comprensione, della crescita e della cura.” (Jon Kabat-Zinn)

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

FORMARCI per non FERMARSI, al via la II Edizione del percorso formativo tramite webinar

di

Partirà il 28 ottobre il primo modulo della II edizione di “FORMARCI per non FERMARSI”, attività formativa organizzata all’intero del progetto “L’Atelier...

Formazione: “Atelier Proform” al via nell’IC “Città dei Bambini” di Mentana

di

La formazione per insegnanti dell’Atelier Proform esordisce nell’istituto “Città dei bambini” di Mentana con Margherita Orsolini, professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo...

L’educazione digitale al centro dell’Atelier Proform all’IC “Città dei Bambini” di Mentana

di

La scorsa settimana, nell’IC Città dei Bambini di Mentana, l’Atelier Proform del progetto  “L’Atelier Koinè” (che prevede un percorso di formazione per...