Fase ACCOGLIENZA in Emilia Romagna

di

ItaliaEducante modula il suo intervento attraverso il modello delle 4 A. In concreto si tratta di un percorso che conduce all’autonomia dei ragazzi, prima accogliendoli in un ambiente protetto, ricco di valori e stimoli positivi, poi accompagnandoli attraverso step successivi ad un livello di autonomia e consapevolezza maggiori.

L’Emilia Romagna è una delle regioni italiane coinvolte dal progetto ItaliaEducante che ha iniziato il percorso partendo proprio dalla prima fase, l’accoglienza.
Qui i nostri educatori hanno incontrato 21 classi tra scuole medie, istituti superiori e centri di formazione professionale, per un totale di oltre 400 ragazzi coinvolti.

FASE ACCOGLIENZA

Fase Accoglienza – Istituto Marie Curie, Savignano

Il percorso di accoglienza intrapreso ha avuto come obiettivo primario la promozione del benessere in classe, fornendo ai ragazzi gli strumenti utili per:

  • migliorare la qualità delle relazioni
  • aumentare la consapevolezza del gruppo classe
  • favorire dinamiche positive e relazioni democratiche

Attraverso il brainstorming, i giochi educativi e i laboratori informali, i ragazzi hanno lavorato attorno alle seguenti parole chiave: collaborazione, regole, comunicazione, gestione dei conflitti, differenze.

SCUOLE COINVOLTE

In Emilia Romagna il progetto ItaliaEducante coinvolge, al momento, sette scuole:

  • 3 scuole medie
    SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “Anna Frank” (Cesena) – 4 classi
    SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “Viale della Resistenza” (Cesena) – 3 classi
    SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “Giulio Cesare” (Savignano sul Rubicone) – 3 classi
  • 3 istituti superiori
    ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE (I.I.S.S.) “Marie Curie” (Savignano sul Rubicone) – 3 classi
    ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO “Versari Macrelli” (Cesena) – 3 classi
    ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALBERGHIERO “Pellegrino Artusi” (Forlimpopoli) – 3 classi
  • 1 centro di formazione professionale
    TECHNE (sede di Cesena) – 2 classi

E ADESSO?

Tra febbraio e marzo inizieranno a partire i primi percorsi di accompagnamento.
Obiettivi: supportare gli studenti più fragili negli apprendimenti e nell’acquisizione del metodo di studio; sviluppare competenze disciplinari e non (abilità sociali e trasversali); valorizzare le potenzialità dei singoli.
Saranno attivati servizi di tutoraggio in classe, sportelli d’ascolto, servizi di aiuto allo studio. In alcuni casi saranno potenziati servizi ed attività già attive a scuola (orto, sportello SOS#bullo). In altri casi saranno attivati alcuni progetti pensati ad hoc in collaborazione con gli insegnanti.

Laboratorio di Sceneggiatura – Istituto Marie Curie, Savignano

Un primo percorso di accompagnamento già iniziato il 30/01/2019 è il percorso laboratoriale attivato all’I.I.S.S. Marie Curie di Savignano sul Rubicone: i ragazzi, provenienti da tre classi quarte (4^A e 4^B del professionale; 4^E del liceo), sono impegnati nella costruzione di uno spettacolo con pupazzi-burattini che sarà presentato a maggio a due classi della scuola elementare della città. Il tema sono le emozioni e l’educazione alle emozioni. Gli studenti possono scegliere fra cinque laboratori in base ai loro interessi ed alle loro competenze (si creano così dei gruppi misti di lavoro): sceneggiatura, scenografia, costruzione dei pupazzi, costumi, animazione.

Susanna Ricci
Coordinamento Emilia Romagna

Regioni

Ti potrebbe interessare

#Unodinoi | Teatro di vita

di

Nei laboratori che conduco è sempre bello vedere come “fioriscono” i ragazzi. E anche questa volta, non è stato diverso. Mi ha...

ItaliaEducante: diffonde energia, genera futuro!

di

Quando un ragazzo non prosegue gli studi oltre la licenza media, gli effetti sul suo futuro e sul futuro della comunità in...

#dettotranoi | Ripartenza e scoperte

di

La ripartenza con le scuole coinvolte nel progetto ItaliaEducante fa emergere tutta la bellezza e la fragilità dei ragazzi e delle ragazze...