Non poter uscire mi ha fatto sentire nell’Inferno, come Dante

di

Elisa, 9 anni

Il momento in cui mi sono sentita un po’ come Dante, nella Selva Oscura, è stato proprio questo momento.

Non poter uscire, vedere gli amici e i parenti e non fare sport è stancante e sembra di essere, come Dante, nell’Inferno.

Anche la DAD è faticosa e non è bello vedere i miei compagni e i mie professori dallo schermo del computer.

Spero che potremmo presto ritornare alla normalità, e ritrovare la libertà, come Dante trovò il Paradiso.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Mi sono sentito perso quando io e la mia famiglia abbiamo avuto il covid

In ospedale, fatto il tampone, mio padre è risultato positivo ed abbiamo dovuto farlo anche io, mia madre e mia sorella. Io ero asintomatico, invece mia mamma e mia sorella sono state male.

Da più di un anno mi sembra di vivere in un tunnel infinito

Ma come tutti i tunnel anche questo avrà una fine, portandoci così a rivedere la luce.

“Le nostre selve oscure”: i ragazzi si raccontano

"Una volta sono dovuta stare in ospedale per un mese senza uscire e stare solo con i medici e infermieri". "Io mi sono ritrovato in una selva oscura quando è venuto a mancare mio nonno"